FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Femminicidi a Vicenza, svolta nelle indagini: il killer ha ucciso prima l'ex compagna e poi l'ex moglie

Si è recato dalla sua seconda vittima con il corpo della prima nell'auto 

Vicenza, uccide l'ex e la nuova compagna e poi si toglie la vita

Svolta nelle indagini sul doppio femminicidio avvenuto mercoledì a Vicenza.

Secondo quanto emerge dalla ricostruzione degli investigatori, il bosniaco

Zlatan Vasiljevic

ha sparato prima all'ex compagna

Gabriela Serrano

poi, con il cadavere della donna auto, si è diretto dalla ex moglie Lidia Miljkovic e ha ucciso anche lei. Successivamente, si è tolto la vita. Vasiljevic e Serrano si erano lasciati da alcuni mesi. "La loro relazione si era interrotta a causa delle violenze a cui Vasiljevic l'aveva sottoposta", ha detto l'avvocato della donna.

La dinamica -

Mercoledì, Vasiljevic ha chiamato di primo mattino l'ex compagna Serrano e l'ha spinta a raggiungerlo da

Rubano (Padova)

a

Vicenza

con la sua auto. Dopo essere salito sulla vettura, l'uomo si è diretto verso il quartiere Vigogna di Vicenza e qui ha ucciso Gabriela con un solo colpo alla nuca.


 


Con il corpo della donna nell'auto è arrivato in via Vigolo e ha atteso l'arrivo dell'ex moglie. Quando ha visto Miljkovic non ha avuto esitazioni: l'ha uccisa a colpi di pistola. Compiuto il doppio omicidio, si è diretto verso la tangenziale di Vicenza e si è suicidato con la stessa pistola, detenuta illegalmente.



 


Serrano denunciò l'ex marito per violenze -

Gabriela aveva avuto un passato simile a quello di Lidia. Lo racconta il suo avvocato,

Alessandra Neri

. La venezuelana, a causa dei maltrattamenti subiti dall'ex coniuge, aveva ottenuto dalla Procura di Padova un ordine di protezione con divieto di avvicinamento. L'ex marito si trova attualmente il Spagna e sarà sentito a breve dagli investigatori. "È strano che lei abbia accettato di raggiungere l'omicida - osserva la legale - perché la loro relazione si era interrotta a causa delle violenze a cui Vasiljevic l'aveva sottoposta, e prima di lui il marito".


 


Il questore di Vicenza

Paolo Sartori

ha nel frattempo riferito altri particolari sull'epilogo della strage. Gli artificieri sono intervenuti perché temevano che nell'auto, di proprietà del marito di Gabriela, in cui è stato ritrovato il corpo dell'omicida insieme al cadavere della venezuelana, ci potessero essere delle trappole esplosive. All'interno della vettura non sono state rinvenute. In compenso gli investigatori vi hanno trovato due pistole e quattro caricatori. Vasiljevic aveva ancora in pugno l'arma con un colpo in canna con la quale si era suicidato e con la quale presumibilmente ha ucciso Gabriela.


 


Dentro la vettura sono stati ritrovati più di due bossoli, un particolare che fa ritenere che contro Gabriela, a parte il proiettile alla nuca che l'ha uccisa, sia stato sparato almeno un altro colpo. Per ragioni di sicurezza, prima di ritrovare morto Vasiljevic, la questura aveva trasportato negli uffici di Polizia sia i figli dell'uomo che i suoceri, temendo una strage.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali