FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Donna scomparsa nel Padovano: fermato il marito in Spagna

Nei giorni scorsi la Procura di Rovigo aveva emesso un mandato di arresto europeo nei confronti del marocchino accusato di omicidio e occultamento di cadavere


E stato rintracciato in Spagna Mohamed Barbri, il cittadino marocchino di 40 anni indagato per l'omicidio e l'occultamento di cadavere della moglie Samira El Attar, scomparsa da casa il 21 ottobre. All'inizio di gennaio l'uomo si era allontanato dalla sua residenza di Stanghella (Padova), facendo perdere le tracce. Attualmente Barbri si trova a disposizione delle autorità spagnole in attesa di estradizione

Nei giorni scorsi, la Procura di Rovigo aveva emesso un mandato di arresto europeo sulla scorta delle indagini dei carabinieri di Padova e del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Este.

 

Gli inquirenti hanno già inoltrato ai colleghi iberici la richiesta di estradizione. Se Barbri non si opporrà potrà giungere in Italia già nei prossimi 10 giorni. Il suo arrivo è particolarmente atteso dagli investigatori che vogliono interrogare l'uomo, accusato dell'omicidio e dell'occultamento del cadavere della moglie El Attar Samira, di cui non si hanno più notizie dal 21 ottobre dopo aver accompagnato la figlia all'asilo ed essere passata a salutare una vicina di casa.

 

L'attenzione dei carabinieri si era subito focalizzata sul marito che il primo gennaio di quest'anno si era allontanato in bicicletta dalla propria abitazione di Stanghella, facendo perdere le proprie tracce. Barbri era arrivato a Milano dove aveva preso un Flixbus per Barcellona. Dal capoluogo della Catalogna si era poi spostato a Madrid. L'uomo non sembra avesse appoggi nel paese. 

 

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali