FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Isole Covid-free, Sardegna e Sicilia pronte: i 2 presidenti scrivono a Draghi

La proposta del ministro del Turismo Garavaglia divide. Il sindaco di Napoli de Magistris chiede un criterio unico di vaccinazione da Nord a Sud, ma i sindaci delle piccole isole replicano: "L'idea è giusta"

vacanze in barca
Ufficio stampa

"Procedere rapidamente alla vaccinazione dell'intera popolazione di Sardegna e Sicilia". I presidenti Christian Solinas e Nello Musumeci hanno chiesto al governo Draghi di puntare "sulle due più grandi isole del Mediterraneo a spiccata vocazione turistica, che possono garantire numeri importanti per la ripresa dell'economia nazionale" e di "avere il coraggio di andare oltre la proposta del ministro Garavaglia di vaccinazione delle isole minori".

Garavaglia: piccole isole Covid-free per salvare il turismo - Tutto era partito proprio da una dichiarazione del ministro del Turismo Massimo Garavaglia, che aveva chiesto di immunizzare le isole minori del Paese, da Capri a Procida, all'Isola d'Elba: rendere queste località turistiche Covid-free per salvare il turismo. Da una parte dunque, i presidenti di Sicilia e Sardegna chiedono di andare oltre quella proposta, dall'altra il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, mentre Vincenzo De Luca vuole vaccinare a tappeto nelle isole del Golfo di Napoli, commenta secco: "Isole Covid-free? Non mi convince per nulla".

 

De Magistris: "Servono criteri uniformi dalla Lombardia alla Sicilia" - A Radio24 spiega: "Garavaglia dice che possiamo rendere le isole Covid-free. Ma lo ha detto la Corte costituzionale in modo più autorevole di me, che la pandemia è un'emergenza mondiale, la salute è un bene nazionale, il coordinamento deve attuarlo lo Stato". E chiarisce: "Possibile che lo Stato non riesca a dire con che criteri dalla Lombardia alla Sicilia noi dobbiamo somministrare i vaccini e possibilmente in maniera uniforme senza discriminazioni territoriali? Non credo ci voglia molto. Oggi è Capri, poi Ischia e Procida, come andiamo avanti così quando c'è gente che non esce da un anno da casa perché ha fragilità? Così non facciamo quello scatto, possiamo metterci pure la divisa e dire che siamo in guerra, ma ho l'impressione che dobbiamo pensare alla ricostruzione, la guerra senza munizioni non si vince". 

 

 

Sindaco Ischia: "Isole Covid-free? Giusto" - Giudica "superflue" le polemiche sull'iniziativa voluta dal governo regionale il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino: "Lo dico io che sono un  democratico da sempre. Vanno considerati due aspetti: quello del rilancio del turismo nella nostra isola e nelle isole della Campania, e quello del disagio sanitario che patiscono i cittadini residenti sulle isole in generale". 

 

Elba, il sindaco di Rio: "Prima vaccinare i residenti" - E il primo cittadino di Rio nell'Elba Marco Corsini: "Giusto rendere l'Elba Covid-free, a patto che prima si vaccinino tutti i residenti dell'Isola. L'Elba, per la sua geomorfologia, si presta in tutti i sensi ad essere un'isola, ossia una zona delimitata dove attuare politiche precise per il contenimento del virus. Per cui, ben venga l'isola Covid-free, ma a una condizione: vaccinare tutta la popolazione residente". 

 

Covid, il Commissario Figliuolo in visita all'hub vaccini di Cagliari

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali