FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Samarate, uccide la moglie e la figlia 16enne, i vicini di casa: "Una brava famiglia, siamo increduli"

“Mattino Cinque News” raccoglie le voci delle persone che conoscevano la famiglia


 


Non riescono a capacitarsi di quanto successo i vicini di casa di Alessandro Maja,

il 57enne che ha ucciso la moglie Stefania Pivetta e la figlia di sedici anni, Giulia,

per poi tentare di uccidere l'altro figlio, Nicolò, a Samarate, in provincia di Varese. "Una famiglia perbene, tranquilla, non so proprio cosa dire" è quanto viene ripetuto da più persone ai microfoni di

"Mattino Cinque News". 


 


 



 


"Mia mamma stava uscendo per andare al lavoro come tutte le mattine. Aveva dimenticato le chiavi di casa e scendendo dalla macchina per tornare indietro, ha sentito il vicino che chiedeva aiuto.

Lui ha detto ‘Li ho ammazzati’"

racconta la figlia della vicina che per prima ha raggiunto il luogo dei delitti, che ricostruisce così l'accaduto: 

"Ho suonato il campanello, non rispondeva nessuno, sono entrata e quando ho trovato Alessandro per terra in una pozza di sangue ho chiamato l’ambulanza e i carabinieri".


 


"Mai sentiti una volta litigare o fare una discussione. - aggiunge un altro vicino - Mi sono accorto stamattina che c’era aperto il cancelletto e che qualcuno ha tolto i sigilli e scardinato la porta della villetta".


 


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali