FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Roma, falso SOS esplosioni in metro | Panico tra passeggeri, ma era un guasto

Paura e rabbia tra chi era a bordo del convoglio: "Evacuati dopo 20 minuti". LʼAtac: "Operazione compiuta in piena sicurezza"

Paura tra i passeggeri della metro B di Roma. Diversi utenti hanno contattato il 112 segnalando di aver sentito esplosioni nella stazione Policlinico. In realtà non si è trattato di scoppi ma, come ha spiegato l'Atac, di un guasto alla linea aerea che ha provocato fumo e scintille. Rabbia tra i passeggeri: "Dopo venti minuti fermi con i vagoni stracolmi, ci hanno fatto evacuare camminando sul binario", ha raccontato una ragazza.

"Ho pensato a un attentato" - "Ho sentito due esplosioni, ho pensato a un attentato", ha raccontato un altro testimone. Il Servizio di emergenza ha immediatamente attivato forze dell'ordine, pompieri e 118. Il guasto si è verificato intorno alle 8:30 a circa 100 metri dalla stazione Policlinico e ha provocato la parziale interruzione della linea. Nella caduta sui binari, il cavo elettrico distaccatosi avrebbe provocato un forte rumore accompagnato da fumo e scintille. Almeno una decina le persone visitate dal personale del 118 presente sul posto principalmente per crisi di panico.

Atac: "Evacuazione in piena sicurezza" - A causa dell'incidente, un convoglio si è dovuto fermare prima di raggiungere la stazione Policlinico, chiusa dalle 9 circa. L'illuminazione è saltata e si sono accese le luci di sicurezza. I passeggeri a bordo dei vagoni sono stati fatti uscire dal treno ancora fermo in galleria e hanno raggiunto a piedi, camminando lungo i binari, l'uscita alla stazione Bologna. L'Atac, che ha istituito un servizio bus sostitutivo tra Monti Tiburtini e Castro Pretorio e tra Castro Pretorio e Jonio, ha comunicato che "l'evacuazione del treno è stata completata in piena sicurezza e senza conseguenze per i passeggeri".

"In fila indiana in galleria, tanta paura" - "Io stavo dentro la metro B, era uno di quei treni vecchi che non prenderò mai più. Si è fermata poco prima di arrivare a Policlinico dentro il tunnel. Eravamo quasi al buio, ci aiutavamo con la luce dei telefonini. All'inizio ci hanno detto di non preoccuparci e di non aprire la porta perché il guasto si sarebbe risolto presto. Invece passavano i minuti e non succedeva nulla. Poi hanno aperto le porte e hanno detto che se volevamo potevamo uscire e avviarci verso la stazione". Così Anna, una signora di 75 anni, ha ricostruito quanto accaduto. "Ci siamo messi in fila indiana in questa galleria un po' buia aiutandoci sempre con le lucine dei cellulari e siamo usciti. Io mi aggrappavo al passamano perché avevo paura del vuoto di lato. Mi sono un po' sporcata le braccia. C'erano anche altre persone anziane e faceva molto caldo. Abbiamo avuto paura".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali