FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torino: "marocchino di m...", professore prosciolto dallʼaccusa di razzismo

Per i giudici si è trattata soltanto di ingiuria. Il docente: "Mi è scappato, non volevo offendere"

Torino: "marocchino di m...", professore prosciolto dall'accusa di razzismo

Disse "marocchino di m..." e "cinese di m..." a due suoi alunni, ma il professore, insegnante di educazione fisica alle medie a Torino, è stato prosciolto dalle accuse. Per i giudici, infatti, non c'è stato razzismo (questa aggravante è stata depenalizzata): le frasi pronunciate erano soltanto ingiuriose. Il docente, sospeso dalla scuola, si è sempre difeso sostenendo che non volesse assolutamente offendere.

Il professore era accusato di abuso di mezzi di correzione, discriminazione e odio razziale. L'uomo ha ammesso di aver insultato soltanto il ragazzo cinese perché stava pericolosamente giocando con la corda di un avvolgibile e che perciò lo aveva rimproverato aspramente ma soltanto per richiamare la sua attenzione e fermarlo. Dopo l'episodio, racconta La Stampa, avvenuto a febbraio del 2018, il docente era stato sospeso dalla scuola. Ora vuole rivalersi contro il Provveditorato per le spese legali.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali