FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Bimba caduta dal quarto piano a Torino, il fermato: "E' stato un tragico gioco"

Il difensore di Mohssine Azhar, l'avvocato di Alessandro Sena, ha chiesto di cambiare l'ipotesi di reato da omicidio volontario a omicidio colposo e di non convalidare il fermo. Il gip si è riservato di decidere

Torino, bimba di tre anni precipita dal balcone: aperta indagine

"Giocavo con Fatima sul balcone. La lanciavo in aria e la riprendevo, con la mamma che ci guardava da sotto. Non so come sia potuto accadere". Sono le parole di Mohssine Azhar, il 32enne fermato per la morte della bimba di tre anni precipitata dal quarto piano di un palazzo a Torino, nell'interrogatorio di garanzia. L'uomo, assistito dall'avvocato Sena, ha ammesso di avere bevuto qualche bicchiere e di aver assunto hashish, ma ha ribadito di "non avere perso lucidità".

La tragedia: cosa è accaduto 

Secondo quanto ricostruito la bambina avrebbe raggiunto da sola l'abitazione del patrigno, che si trova sopra quella in cui viveva con la madre, con indosso il pigiamino e le calze antiscivolo nei piedi. L'uomo, che stava bevendo con alcuni amici, l'avrebbe presa in braccio e sarebbe andato sul balcone a salutare mamma Lucia, al piano di sotto sul ballatoio. Poi quel tragico gioco, davanti allo sguardo della madre.

Il difensore: cambiare l'ipotesi di reato Il pm Valentina Sellaroli ha chiesto la convalida del fermo per omicidio volontario con dolo eventuale e la misura cautelare. Il difensore di Mohssine, Alessandro Sena, ha chiesto invece di cambiare l'ipotesi di reato in omicidio colposo e di non convalidare il fermo, in quanto non sussiste il pericolo di fuga. Il gip si è riservato di decidere.

 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali