FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Richiedenti asilo non sono clandestini", Lega condannata per manifesti

La Lega appese dei cartelloni a Saronno con scritte frasi secondo i giudici a "carattere discriminatorio"

immigrati,migranti,barcone,clandestini

Ha "carattere discriminatorio" l'espressione "clandestini" usata dalla Lega Nord per definire in alcuni manifesti, appesi nell'aprile 2016 a Saronno (Varese), i richiedenti asilo. Lo ha deciso la Corte d'Appello di Milano che ha confermato la sentenza di primo grado con cui il Tribunale, accogliendo il ricorso di due associazioni (Asgi e Naga) aveva condannato il Carroccio a versare 5mila euro di risarcimento.

È sulla base di questa argomentazione giuridica che la Corte d'Appello di Milano ha condannato la Lega Nord per la "valenza discriminatoria" dell'utilizzo della parola "clandestino". I giudici d'Appello hanno in sostanza  confermato la sentenza di primo grado di giudizio in cui il Carroccio era stato condannato al pagamento di un risarcimento per danni non patrimoniali di 5 mila euro a favore di ciascuna delle due associazioni Asgi  (Associazione degli studi giuridici sull'immigrazione) e Naga (Associazione volontari di assistenza socio-sanitaria e per i diritti di stranieri rom e sinti) che si erano rivolte al Tribunale per denunciare il contenuto discriminatorio dei manifesti esposti durante una manifestazione organizzata dalla Lega a Saronno nell'aprile 2016.

 

Manifesti che contenevano dichiarazioni come "Renzi e Alfano vogliono mandare a Saronno 32 clandestini: vitto, alloggio e vizi pagati da noi. Nel frattempo ai saronnesi
tagliano le pensioni e aumentano le tasse", e ancora "Renzi e Alfano complici dell'invasione". Un'espressione, "clandestini", che secondo i giudici milanesi in questo contesto è inappropriata e dunque discriminatoria. Perché "nel caso in esame - si legge nelle motivazioni della sentenza d'appello - il termine clandestini è stato riferito a persone straniere che hanno presentato allo Stato domanda di protezione internazionale, esercitando in tal modo un diritto fondamentale dell'individuo". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali