FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Mensa Lodi, il ministro Bussetti: "Il sindaco ha solo applicato la legge"

A Mattino Cinque le mamme spiegano la loro protesta contro il primo cittadino: "Annulli quella delibera, documenti impossibili da reperire"

Sulla questione mensa a Lodi, interviene anche il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti. "Penso che il sindaco non abbia fatto altro che applicare la legge". Secondo il ministro, infatti, le nuove linee guida approvate del Comune sono "un primo approccio rispetto a una risoluzione di problemi. Penso che il sindaco voglia andare in fondo ai bisogni delle persone ma anche essere garante delle norme. A me la vicenda - sottolinea - sembra in via di risoluzione. Se poi si vogliono strumentalizzare certe situazioni".

Ma i genitori stranieri non ci stanno e continuano a chiedere l'abolizione della norma che prevede l'obbligo di certificazione di non possedimenti nei loro paesi d'origine. Dall’altra parte c’è invece Sara Casanova, il sindaco leghista della città lombarda, che non fa un passo indietro. Mattino Cinque ha intervistato la libraia di Lodi, Michela Sfondrini, coordinatrice delle associazioni che stanno appoggiando le mamme straniere nella loro battaglia: “Il primo obiettivo è stato far tornare i bambini a usufruire dei servizi della scuola con una tariffa adeguata al reddito delle famiglie”. Il problema secondo Michela è “L’impossibilità di reperire questi documenti, quindi c’è disparità, perché finiscono automaticamente nella fascia più alta”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali