FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, dalla zona rossa sognando Madrid: "Impossibilitati a partire, ma la compagnia aerea non vuole rimborsarci"

La testimonianza di Carlo di Somaglia (Lodi) a Tgcom24: "Non è un nostro capriccio non volare e ci basta anche ottenere un credito per un prossimo imbarco, perché la società non capisce la situazione?"

Musei più belli del mondo, Museo del Prado, Madrid, Spagna

"E' stato un acquisto sfortunato", esordisce Carlo di Somaglia, uno dei dieci comuni della zona rossa del Basso Lodigiano, e sembra non darsi pace. "E' tanto che io e mia moglie sogniamo Madrid, così giovedì 20 febbraio, approfittando di un'offerta, abbiamo acquistato un volo A/R dal 3 al 7 marzo, - racconta a Tgcom24, - ma il giorno dopo ci siamo ritrovati in quarantena con l'intero paese". Così da sabato ha iniziato a contattare la compagnia aerea per spiegare l'impossibilità di partire, finora senza risultati: "Ho chiesto anche un credito per il prossimo viaggio, ma non ne vogliono sapere", sottolinea.

"Da sabato ho già chiamato tre volte il numero a pagamento della compagnia e inviato una mail - riferisce Carlo a Tgcom24, - ma l'unica operatrice con la quale sono riuscito a parlare mi ha risposto che, pur avendo ricevuto centinaia di richieste di annullamento di biglietti da parte di viaggiatori in preda alla paura da coronavirus, nessun volo è stato cancellato per coronavirus".

 

"Ho tentato di spiegare - aggiunge - che il nostro non è un capriccio, che non abbiamo cambiato idea, che non è paura da coronavirus come per gli altri casi, ma che dal varco a 200 metri da casa non possiamo uscire per raggiungere l'aeroporto di Malpensa, anche se attualmente io e mia moglie siamo in buona salute".

 

"Per l'hotel, prenotato in contemporanea con il volo alla vigilia dell'improvvisa quarantena, - continua a  Tgcom24, - siamo stati, invece, più fortunati e inviando il decreto del governo e carta d'identità per comprovare residenza nella zona rossa dovremmo ricevere rimborso della somma anticipata".

 

Pare non essere così per quel biglietto A/R per due a 200 euro, con prenotazione posto e check in online già effettuato. "Perché la compagnia aerea invece continua a fare muro? Sarò costretto a rivolgermi a un'associazione di consumatori", conclude.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali