FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il tribunale di Roma contro le anagrafi che riconoscono la genitorialità gay

I pm di piazzale Clodio impugnano la lettura estensiva della legge Cirinnà fatta dagli uffici dei comuni di Roma e Torino

Il tribunale di Roma si schiera contro i comuni di Roma e Torino che hanno registrato come legittimi genitori i componenti di coppie omosessuali. L'accusa è di avere trascritto i documenti provenienti dall'estero senza fare alcuna istruttoria interna, facendo così una interpretazione troppo ampia della Legge Cirinnà sulle unioni civili.

La procura della Capitale ha attivato una procedura usata molto di rado ma che permette di portare davanti a un tribunale civile chi applica male una legge, facendo così un danno al pubblico interesse.

Come riferisce "Il Messaggero" i pm romani impugneranno in particolare la trascrizione omogenitoriale che due coppie (una composta da due uomini, una da due mamme) - hanno ottenuto nei rispettivi comuni.

I loro figli sono nati all'estero e le anagrafi hanno recepito gli atti di nascita nei quali vengono indicati come genitori in totale di cinque bambini.

La disomogenità di trattatamento della questione ha attirato l'attenzione anche della Cassazione: i giudici supremi si stanno occupando di una trascrizione avvenuta a Trento di una coppia di due papà che erano andati in Ontario per avere un figlio. La loro decisione arriverà in autunno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali