FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gomme invernali o catene a bordo: dal 15 novembre scatta l'obbligo

Lʼordinanza resterà in vigore fino al 15 aprile. Le multe vanno da 42 a 173 euro se la violazione è commessa in città e da 87 a 345 euro se avviene fuori città

Neve milano auto notte

Con l'approssimarsi della stagione invernale torna in vigore, su molte strade italiane, l'obbligo per tutti i veicoli di circolare con gomme invernali installati o con le catene da neve a bordo. La misura resterà in vigore dal 15 novembre 2019 al 15 aprile 2020. Per quanto riguarda i Comuni, toccherà ai sindaci decidere se estendere l'obbligo alle strade cittadine.

Su strade con condizioni climatiche particolari, come in Valle d’Aosta, l’ordinanza è scattata su tutto il territorio già dal 15 ottobre. Va precisato che l’obbligo di montare pneumatici invernali o avere a bordo catene da neve nel periodo indicato dalla legge vale solo per quelle strade dove l'ente proprietario del tratto ha prescritto l'obbligo tramite apposita ordinanza e segnaletica.

 

Si stima che, nell’ultimo anno, 1,2 milioni di automobilisti abbiano guidato senza dotarsi dei dispositivi prescritti dalla legge. Le sanzioni per i trasgressori sono salate: le multe vanno infatti da 42 a 173 euro se la violazione è commessa in città e da 87 a 345 euro se avviene fuori città.

 

Le qualità delle gomme invernali I cosiddetti pneumatici invernali consentono prestazioni straordinarie quando la temperatura scende sotto i sette gradi. Il che a sua volta consente spazi di frenata ridotti fino al 15% su fondo bagnato e fino al 50% con neve sul manto stradale. Le gomme invernali garantiscono inoltre una maggiore tenuta in curva. Sono due le tipologie disponibili: quelli marcati solo M+S quelli marcati M+S con l'aggiunta di un pittogramma di una montagna. La differenza fra i due è che i primi sono adatti alle condizioni invernali grazie ad un'autocertificazione, mentre i secondi hanno invece fatto test presso enti prova esterni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali