FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Prepariamo il forno crematorio per i migranti": sospeso un responsabile della protezione civile di Grado

Un post social del coordinatore dei volontari comunali ha scatenato accesissime polemiche


migranti marina militare

Il responsabile della protezione civile di Grado, in provincia di Gorizia, è stato sospeso dopo aver pubblicato un post shock sui social contro i migranti. "Non preoccupatevi, stiamo organizzando gli squadroni della morte e nel giro di due giorni riportiamo la normalità... - aveva scritto Giuliano Felluga -. Quattro taniche di benzina e si accende il forno crematorio, così non rompono più".

Il post era in riferimento alla rivolta dei richiedenti asilo ospitati alla ex caserma Cavarzerani di Udine avvenuta lunedì. Le esternazioni hanno suscitato polemiche accesissime, con il protagonista che dopo poche ore ha precisato: "Chiedo scusa per quello che ho scritto: chi mi conosce sa che non la penso così e che è stato uno sfogo".


"Il Dipartimento Nazionale della protezione civile, la protezione civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e il comune di Grado - si legge in un comunicato - stigmatizzano le parole diffuse sui social dal coordinatore dei volontari comunali. La protezione civile è una funzione a cui concorrono tutte le amministrazioni, dal piccolo comune fino alla presidenza del Consiglio dei ministri e tutte si riconoscono nella missione di tutelare la vita".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali