FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ancona, si inginocchia allo stadio del Conero: "Mi vuoi sposare?" Lei dice sì

La proposta di Stefano è arrivata durante lʼintervallo di Anconitana-Cantiano, e Claudia non ha potuto resistere

Lei credeva di assistere alla partita del cuore e, invece, nell'intervallo è diventata la protagonista dello stadio del Conero, ad Ancona , perché lui, elegantissimo in giacca e cravatta, le ha chiesto di sposarlo. Una scena - degna della più romantica commedia strappalacrime americana - che per qualche minuto ha intenerito anche i cuori dei tifosi più duri ed emozionato tutti i presenti.

Da vero anconetano, Stefano non è riuscito a trovare luogo migliore che lo stadio dorico per chiedere la mano alla sua donna. Sceso sul campo di gioco durante l'intervallo della partita Anconitana-Cantiano, il giovane si è fatto aiutare da amici e parenti per mostrare a tutti i presenti e alla sua amata uno striscione rosso con le lettere che hanno composto la fatidica proposta: "Mi vuoi sposare?".

Claudia, che guardava tutta la scena dalla tribuna, è corsa in campo per abbracciare il suo futuro marito che non non ha sbagliato neppure un passo e ha rispettato in pieno il rituale della "proposta di matrimonio perfetta". Stefano si è inginocchiato e ha chiesto a voce quello che c'era scritto sullo striscione. Lei, senza nessuna esitazione, ha risposto: "Sì, lo voglio".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali