FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Nave da crociera in rada a Venezia, turisti in città su navette

Per i passeggeri è stato così possibile attraversare la città rispettando i divieti che da agosto 2021 impediscono alle navi sopra le 25mila tonnellate di arrivare alla Marittima via San Marco e Giudecca

Facebook

Una novità assoluta per il traffico delle crociere si è concretizzata a Venezia: una grande nave, la Norwegian Gem, ammiraglia da quasi 300 metri della compagnia scandinava Norwegian Cruise, si è fermata in rada, fuori del Lido, evitando di attraccare in città, e facendo arrivare i passeggeri a Venezia con un trasbordo su "lancioni".

Una gita "mordi e fuggi" per 1.500 persone, evitando i

divieti che dall'agosto 2021

(per decreto)

impediscono alle navi

sopra le 25mila tonnellate di arrivare in Marittima via San Marco e Giudecca, potendo solo accedere per altre vie alle banchine di Marghera.

 



 


Modalità già utilizzata per le piccole isole greche -

Una modalità, lo stop in rada con trasbordo su navette, già vista per le piccole destinazioni, come le isole greche, che non hanno porti in grado di accogliere i "grattacieli" del mare. In questo caso è stata la stessa Norwegian a chiedere alle autorità veneziane di poter organizzare questo servizio "veloce".


 


La nave, che dopo i limiti a San Marco, non fa più scalo a Venezia, ma a Trieste e Ravenna, è solo in transito a Venezia, e non necessita di rifornimenti o altri servizi all'home port. La richiesta è stata accolta dalla Capitaneria di Porto, e messa in atto per l'organizzazione dalla Vtp (la società Venezia Terminal Passeggeri) che ha messo a disposizione della compagnia i lancioni e gli operatori necessari al trasbordo: tre mezzi, da 150 posti ciascuno, che hanno fatto la spola tra la nave, in rada fuori della bocca di porto del Lido, e Riva Sette Martiri.


 


La soluzione non piave al Comune di Venezia -

La soluzione non sembra però piacere al Comune, che non vuol far perdere il ruolo di home port a Venezia. "Non è il modello di crocierismo e turismo che vogliamo per la città", ha detto al "Corriere del Veneto" l'assessore al turismo Simone Venturini. L'amministrazione infatti punta ad evitare i tour "mordi e fuggi", a vantaggio invece di un turismo che privilegi i soggiorni più lunghi.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali