FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Ex fidanzati scomparsi, il giallo della doppia spunta nei messaggi: "Filippo risulta online"

L'avvocato del giovane: "Non vuol dire che sia vivo"

 

 

A una settimana dalla scomparsa perché Filippo Turetta risulta ancora online su Whatsapp? In diretta a "Quarto Grado" la sorella di Giulia Cecchettin ha raccontato i diversi tentativi di mettersi in contatto, tramite il servizio di messaggistica istantanea, con l'ex fidanzato della sorella indagato con l'ipotesi di tentato omicidio. E durante il collegamento con il programma di Rete 4 ha inviato un messaggio recapitato con la doppia spunta grigia. Ciò significa che il testo, anche se non visualizzato dall'utente, compare sul suo cellulare o su altri dispositivi, come pc o tablet, dove il social è attivo. "Da quando domenica mattina sono entrata in chat per la prima volta chiedendogli dove fosse mia sorella lo vedo connesso", spiega Elena: "Non penso che possa essere sempre online dal telefono". L'avvocato di Filippo ha però fornito una spiegazione: "Il cellulare online non prova che sia vivo".

 

 

Essere online non significa infatti che il giovane abbia usato, o stia usando, ancora il telefono. Il cellulare risulta disattivato, ma proprio per ragioni di server, può ricevere messaggi anche WhatsApp. Il mittente, infatti, vede semplicemente la doppia spunta grigia, ed è la conferma che il server ha messo a disposizione il messaggio al destinatario.   .

 

Come Elena Cecchettin, anche i genitori di Filippo Turetta hanno provato più volte a contattare il figlio sul suo cellulare che risulta spento. Cresce quindi l'ipotesi che l'ex fidanzato di Giulia possa aver portato con sé un vecchio dispositivo in grado di collegarsi a Internet e dove i messaggi Whatsapp arrivano a destinazione. Secondo l'ingegnere informatico forense Paolo Reale questa traccia potrebbe aiutare le indagini che si sono estese oltre il confine con l'Austria: "Facendo una richiesta al social si può sapere a quale indirizzo di rete è stato recapitato il messaggio ottenendo quindi informazioni sull'area territoriale dove concentrare le ricerche", spiega Reale. 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali