FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, Zaia annuncia l'avvio dei test sierologici in Veneto

Il governatore: "La nostra idea è quella di dare una sorta di ʼpatente di immunitàʼ a coloro che vengono analizzati"

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha annunciato l'avvio in regione dei test "con prova sierologica attraverso il prelievo del sangue" per capire se i pazienti hanno già gli anticorpi e l'immunizzazione al coronavirus. "La nostra Unità di crisi - ha spiegato - ha approvato l'avvio del progetto scientifico". La fase sperimentale partirà "con i dipendenti della sanità e delle case di riposo".

"Per noi in Veneto - ha spiegato Zaia - il test sierologico è l'ultima frontiera. Eravamo conosciuti come quelli dei tamponi (ne abbiamo fatti 105.000), poi per i test con i kit
rapidi, e adesso avremo questa ulteriore evoluzione, più probante scientificamente, con la validazione delle Università di Padova e Verona". L'esame consiste in un prelievo di sangue che poi viene analizzato alla ricerca delle immunoglobuline, "che stanno a indicare se c'è stata o meno l'immunizzazione. Sostanzialmente
"

 

nuova sperimentazione - spiega una nota della Regione - è stata messa a punto dal prof. Mario Plebani, del Dipartimento di Medicina di Laboratorio dell'Azienda Ospedaliera di Padova, e dal prof. Giuseppe Lippi, dell'Unita' Operativa Complessa Laboratorio Analisi dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona. Secondo il progetto, mentre alla popolazione generale si possono applicare misure di distanziamento sociale e di isolamento domiciliare, gli operatori sanitari sono esposti ad un alto rischio, visto il loro difficile compito di assistenza. Dati nazionali e delle regioni più colpite indicano una percentuale di tamponi positivi
tra i lavoratori della sanità pari al 20%, stabilendo con certezza la circolazione del virus in una popolazione particolarmente a rischio.

 

L'indagine, una volta a regime, consentirà di tracciare un cluster di soggetti contagiosi, identificare la positività al di fuori della fascia temporale del test molecolare, monitorare i pazienti in via di guarigione, accertare le potenziali ricadute della malattia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali