FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Firenze, ladri entrano in una casa... ma è quella sbagliata: chiedono scusa ai proprietari, ripuliscono e se ne vanno

Hanno anche restituito gli oggetti che avevano preso: un orologio e qualche gioiello

Istockphoto

A Bagno a Ripoli (Firenze), martedì sera, intorno alle 20:30, quattro ladri con passamontagna sono entrati in una casa, hanno chiuso in una stanza i presenti (i proprietari di casa - una coppia di anziani - e la famiglia della figlia di questi ultimi) minacciandoli con una pistola e un piede di porco, poi sono andati nello scantinato e messo tutto a soqquadro.

Non trovando quello che cercavano (non è noto cosa), si sono resi conto di essere entrati nella casa sbagliata. Così, hanno chiesto scusa ai proprietari, ripulito il seminterrato e se ne sono andati. Lo riporta La Nazione.

 

Nel scusarsi, i ladri hanno spiegato alla famiglia di aver sbagliato casa: erano convinti si trattasse dell’abitazione di un noto avvocato. Hanno dunque restituito quanto preso - un orologio e qualche gioiello - per poi tornare nello scantinato, pulire con la candeggina e andarsene. 

 

A parte lo shock e la paura, la famiglia sta bene. Sul caso stanno indagando i carabinieri di Firenze insieme alla scientifica.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali