FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Smartworking, gli incentivi di Paesi e aziende per lavorare da remoto

Dagli sgravi fiscali della Grecia fino al lunapark giapponese: il servizio di "Striscia la Notizia"

È un anno ormai che molti lavoratori sono costretti a svolgere il proprio lavoro in smartworking. C'è chi lo ama e chi, invece, lo detesta. Fatto sta che sono diverse le aziende e i Paesi che hanno pensato a uno sviluppo del telelavoro, da un lato per incentivare la produttività dei propri dipendenti, dall'altro per spingerli a preferire il proprio Paese rispetto a quello di origine. Come spiega "Striscia la Notizia" la Grecia e le Barbados, per esempio, hanno previsto degli sgravi fiscali per spingere i lavoratori da remoto a trasferirsi nel loro Paese. 

Un'idea del genere, per esempio riporta "Striscia", è stata abbracciata da tanti italiani che hanno lasciato il Nord per raggiungere il Sud per goodersi il piacere delle bellezze mediterranee. Il fenomeno ha addirittura un nome "southworking". Ma non è finita qui perché i giapponesi hanno ideato un lunapark aperto a  tutti gli smartworker del mondo che per soli 18 dollari al giorno possono lavorare a bordo piscina, o in bilico su una ruota panoramica. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali