FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sindaco marchigiano in ospedale: "Ho ceduto il mio vaccino e lo rifarei"

L'intervento di Alfredo Cesarini a "Mattino Cinque", in collegamento dall'ospedale: "Era giusto così"

"Sto migliorando notevolmente, sono stati fatti dei bei progressi, ma non si vede ancora la via d'uscita". Inizia con queste parole l'intervento a "Mattino Cinque" di Alfredo Cesarini, sindaco di Santa Maria Nuova (Ancona), ricoverato in ospedale perché affetto da Covid-19 dopo aver ceduto la dose del vaccino a cui aveva diritto.

 

"La mia non sarebbe stata una furbata perché ne avevo pienamente diritto - Spiega il primo cittadino - però ho ritenuto giusto trasmettere il messaggio che dobbiamo tutti rispettare le leggi e le regole".

Il Sindaco ha raccontato di essere costantemente in contatto con l'operatore sanitario che ha potuto usufruire - non senza un certo imbarazzo - della sua dose, ritenendo che fosse giusto agire in questa maniera.

 

E durante il collegamento con il conduttore Francesco Vecchi aggiunge: "Se oggi mi trovassi nelle stesse condizioni non esiterei a rinunciare nuovamente".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali