FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sicurezza stradale: è boom di multe, primato per l'eccesso di velocità

Gli altri due gradini del podio spettano al mancato rispetto delle norme per le cinture di sicurezza e per lʼuso degli auricolari o del vivavoce alla guida. Calano invece incidenti e vittime

I primi nove mesi del 2019 hanno visto un aumento delle multe comminate agli automobilisti. Secondo i dati di polizia stradale e carabinieri, in cima alla classifica si trovano i multati per eccesso di velocità: ben 525.497, con una crescita boom del 32,3%. Al secondo posto ci sono le sanzioni per le cinture di sicurezza: 82.840, il 10,1% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ultimo gradino del podio invece per il mancato o scorretto uso degli auricolari alla guida (40.232, +16,5%).

Come riporta il Corriere della Sera, il forte incremento di sanzioni per eccesso di velocità è frutto dell'utilizzo massiccio di misuratori elettronici come autovelox, tutor o vergilius: +14,7% rispetto ai primi nove mesi del 2018.

 

Nei primi nove mesi dell'anno si è assistito anche alla crescita esponenziale dei verbali per i motociclisti alla guida senza casco: +30%. Da gennaio gli italiani hanno già perso 2,35 milioni di punti dalla patente (+32,2% rispetto al 2018), hanno ricevuto in tutto 1,51 milioni di verbali (+0,8%) e sono state ritirate 32.770 patenti (-1,7%). Le uniche tipologie di multa a diminuire sono state quelle per guida in stato di ebrezza (-2,5%) e sotto effetto di stupefacenti (-0,4%).

 

Calano incidenti e vittime - Nel medesimo periodo anche gli incidenti con almeno un ferito calano rispetto al 2018. In particolare, gli scontri sono stati 54.600 (-2,3%), i feriti 36.549 (-1,1%). Si sono invece registrate 1.245 vittime (-2,3%), delle quali 194 avevano meno di 30 anni. Secondo l’Omsà, gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per le persone tra i 5 e i 29 anni: una percentuale maggiore rispetto a quella relativa a tumori, alcol o droga.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali