FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Schianto a Venezia, il 19enne in coma è il figlio di Franco Antonello: il papà che ha dedicato la vita all'altro figlio autistico

La storia dellʼimprenditore di Castelfranco e di Andrea è quella di un padre che ha deciso di seguire totalmente il primogenito dopo la diagnosi della malattia. Oggi quello stesso uomo è in ansia per Alberto, il secondogenito che lotta tra la vita e la morte

Franco Antonello e Andrea è impossibile non conoscerli. La loro storia è una delle più belle che si possano raccontare: un imprenditore di Castelfranco che ha deciso di dedicarsi totalmente al primogenito da quando, a 2 anni e mezzo, al ragazzo è stato diagnosticato l’autismo. Ora, lo stesso papà, è in ansia per il secondogenito, Alberto: è il 19enne coinvolto nello schianto di Musile di Piave, finito in coma dopo una nottata in discoteca.  In molti si stringono intorno a questa famiglia speciale, che vale la pena ricordare in poche righe. 

Andrea (il ragazzo autisitco)  e Franco Antonello hanno girato il mondo. Hanno una pagina Facebook seguitissima che testimonia tutti i loro spostamenti:  dai tour in moto (tre mesi in Sudamerica su un’Harley Davidson rossa), alle gite a tre, in compagnia proprio di Alberto, il secondo figlio che oggi lotta tra la vita e la morte. Ma non solo viaggi.

 

Hanno pubblicato quattro libri, raccontato la loro storia in tv (da "Le Iene" a "Le invasioni barbariche"), sui social e nel romanzo "Se ti abbraccio non avere paura" di Fulvio Ervas (24 ristampe in nove Paesi). Testo trasformato da Gabriele Salvatores nel film "Tutto il mio folle amore", presentato quest'anno alla Mostra del Cinema di Venezia e dal 24 ottobre scorso nelle sale. 

 

Ma papà Franco non ha mai trascurato l’altro figlio, anzi, spesso lo ha coinvolto  in alcune avventure. Per esempio nel 2016 tutti e tre hanno affrontato il cammino di Santiago. "Non so se riusciremo a fare tutti gli 820 chilometri - scriveva su Fb Franco -  o se finirà prima, ma siamo pronti ad affrontare ogni difficoltà del cammino, come nella vita!".  Ecco, è l'augurio che in molti gli fanno adesso: superare anche questa battaglia, e vincerla.   

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali