FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scappa da Codogno per tornare in Irpinia: ora tutta la sua famiglia è in quarantena

Un 27enne non rispetta lʼisolamento a Lodi e ora scatta lʼallarme a Montefusco. Da capire se il giovane si è mosso in auto o con mezzi pubblici

coronavirus padova
Ansa

Ha attraversato l’Italia e si è portato dietro un terribile dubbio: il potenziale contagio da coronavirus. Un 27enne residente a Codogno non ha rispettato le direttive del sindaco del Lodigiano ed è tornato a casa dai genitori. La coppia vive a Montefusco, centro abitato in provincia di Avellino.  E adesso la quarantena è scattata per tutta la famiglia.

Massimo riserbo sull’identità del giovane e del nucleo familiare ma il sindaco di Montefusco, Gaetano Zaccaria, non ha potuto far altrimenti che blindare l’abitazione della famiglia. Il primo cittadino ha firmato ha firmato un'ordinanza, trasmessa al Prefetto di Avellino e alla Asl, che obbliga giovane e familiari a non uscire di casa e a non avere contatti con altre persone per il periodo di due settimane.

 

LEGGI ANCHE > Il giorno più lungo: decine di infetti tra Lombardia e Veneto

 

L'ordinanza sindacale è stata emessa precauzionalmente per consentire tutte le verifiche del caso. Nel piccolo comune alle porte di Avellino, con un migliaio di abitanti, la notizia del rientro da Codogno del 27enne ha causato profonda preoccupazione.

 

Resta da capire in che modo il giovane abbia fatto ritorno in Irpinia,vale a dire se a bordo di  un’auto, di un treno o di un autobus.

 

LEGGI ANCHE > Il decreto del governo: polizia ed esercito per blindare i focolai

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali