FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nuoro, donna uccisa a colpi di pistola in casa: arrestato lʼex marito

Lʼuomo, agente della polizia penitenziaria, ha anche ferito gravemente il nuovo compagno della vittima

Fuga finita per Ettore Sini, il 49enne agente della polizia penitenziaria che ha fatto irruzione a casa dell'ex moglie Romina Meloni, a Nuoro, uccidendola a colpi di pistola e ferendo gravemente il nuovo compagno Gabriele Fois, ricoverato in Rianimazione all'ospedale San Francesco. L'uomo, che vagava in stato confusionale a Sassari, è stato arrestato dai carabinieri.

Il tragico fatto di sangue è avvenuto poco prima delle 17, in un'abitazione di via Napoli, alla periferia del capoluogo barbaricino. Sono stati i vicini di casa a chiamare il 112 dopo aver sentito prima le urla e poi gli spari da arma da fuoco nell'abitazione della donna.

La fuga prima dell'arresto - Quando le forze dell'ordine sono arrivate sul posto insieme con il personale medico del 118, per la donna non c'era più niente da fare. I medici hanno tentato di rianimarla, ma la 49enne era già morta. Versa in condizioni gravissime, invece, l'attuale compagno della donna, ridotto in fin di vita dai colpi di pistola dell'agente di polizia penitenziaria che, dopo aver sparato alla coppia, era fuggito in auto.

L'uomo è accusato di omicidio e tentato omicidio. Martedì nel carcere sassarese di Bancali si svolgerà l'interrogatorio di garanzia del gip del Tribunale di Nuoro. Il corpo della donna si trova presso l'obitorio, in attesa che il magistrato autorizzi l'autopsia..

La vittima confidò le sue paure a un vicino - Non lo aveva mai denunciato, ma Romina Meloni aveva paura di Ettore Sini. Una decina di giorni fa aveva confidato a un vicino i suoi timori, dopo aver visto passare più volte la Panda del suo ex vicino alla casa in cui abitava con il nuovo compagno. Una vita complicata quella di Romina Meloni e di Ettore Sini: lei con due matrimoni alle spalle e con due figli dalle precedenti unioni, lui un matrimonio fallito e un figlio adulto. La convivenza tra i due nella casa di Ozieri era iniziata cinque anni fa. Poi la rottura a ottobre quando la donna era andata via di casa. L'agente aveva continuato a vivere nell'abitazione dove ospita saltuariamente anche un figlio di lei con il quale aveva tenuto buoni rapporti.

Il movente e la dinamica - La donna nel frattempo aveva cominciato una nuova relazione con Gabriele Fois, senza però parlarne con Sini che, secondo gli inquirenti, ha continuato ad aiutare economicamente la donna, che non aveva un'occupazione stabile e lavorava saltuariamente come operatrice socio-sanitaria. E' probabile che l'uomo abbia scoperto la nuova relazione dell'ex solo negli ultimi tempi. Forse per chiedere spiegazioni ha tentato di contattare la donna attraverso il figlio di lei. Non riuscendoci si è presentato a casa del nuovo compagno di Romina Meloni e ha aperto il fuoco. Poi il proposito di farla finita andando nel carcere a prendere l'arma d'ordinanza.

Un collega a Badu 'e Carros ha notato la sua agitazione e la corsa a tutta velocità quando con la sua auto ha lasciato il penitenziario. I carabinieri di Nuoro lo hanno cercato per sei ore poi, anche grazie ai familiari dell'uomo, lo hanno localizzato in tarda serata a Sassari, dove vagava con la pistola intorno alla cintola ben visibile a tutti: un colpo in canna e due caricatori da 15 colpi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali