FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torino, antagonisti contestano poliziotti impegnati in un arresto: "Diffondono il coronavirus"

Gli agenti stavano arrestando i due presunti autori di uno scippo a un anziano. Quattro contestatori in manette, 7 agenti contusi

Momenti di tensione a Torino in occasione dell'arresto di due presunti autori di uno scippo a un anziano. Alcune decine di persone, identificate dalla polizia come "antagonisti", hanno contestato e tentato di ostacolare l'intervento degli agenti. "Il virus - ha detto un dimostrante - lo hanno portato in giro loro. Ci stanno facendo ammalare". Dopo i disordini, quattro antagonisti sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale.

I presunti scippatori, due marocchini di 28 e 36 anni, hanno strappato la catenina dal collo di un pensionato, che è caduto procurandosi lesioni, e quindi sono fuggiti insieme sulla stessa bicicletta. La vittima dell'aggressione ha chiamato le forze dell'ordine, e i poliziotti poco dopo hanno individuato i due in corso Giulio Cesare, a pochi passi da una casa occupata.

 

Torino, antagonisti tentano di impedire arresti

 

Al momento dell'arresto sono però arrivati anche gli antagonisti, una cinquantina in tutto, che hanno tentato di ostacolare i poliziotti: "Non ci danno i soldi per sopravvivere. E' ora di scendere in strada e dare alla polizia e ai politici quello che loro stanno dando a noi", hanno spiegato i dimostranti. A quel punto gli agenti hanno chiamato i rinforzi, e alla fine, oltre ai due marocchini, sono stati arrestati anche quattro manifestanti, due uomini e due donne, mentre altri tre sono stati denunciati dalla Digos. Durante il trambusto, 7 agenti sono rimasti contusi.

 

Coronavirus, a Torino esercito e carabinieri controllano le strade

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali