FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ivrea, su Fb scrisse insulti omofobi contro il datore di lavoro: 20 giorni di carcere

La parte lesa aveva chiesto un risarcimento di 30mila euro

Ivrea, su Fb scrisse insulti omofobi contro il datore di lavoro: 20 giorni di carcere

Condanna a venti giorni di carcere e risarcimento di 1.500 euro. È la sentenza di primo grado emessa dal giudice Lodovico Morello del tribunale di Ivrea nei confronti di una parrucchiera trentenne che, sui social network, nel 2015 aveva apostrofato con un insulto omofobo il suo ex datore di lavoro. La donna era finita a processo per ingiuria e diffamazione.

La donna, che fa la parrucchiera ad Ivrea, aveva commentato il post di una collega che era stata licenziata, scrivendo la frase incriminata: "Fagli causa a quel ricchione". La vittima dell’insulto l’ha denunciata per diffamazione chiedendo un risarcimento di 30mila euro. Il risarcimento è stato decisamente più leggero ma si è aggiunta la condanna che però, sarà sospesa.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali