FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Funivia Mottarone, il rapporto del ministero: fune vecchia ed errori umani alla base della tragedia

La Digifema parla di "personale insufficiente e poco formato", di un "approccio al lavoro approssimativo" e di "controlli discontinui e limitati"

Emergono nuovi dettagli sulla tragedia della funivia del Mottarone, che il 23 maggio 2021 provocò la morte di 14 persone e il ferimento del piccolo Eitan, unico sopravvissuto.

Secondo la relazione intermedia di

Digifema

(Direzione generale per le investigazioni ferroviarie e marittime), alla base della strage ci sarebbe il "

progressivo invecchiamento della fune traente

in corrispondenza dell'attacco della testa fusa". Nel rapporto ministeriale si parla anche di

"inadeguata formazione del personale"

e carenze di organizzazione e manutenzione.

 



 


Due cause indirette

dell'incidente sono legate dunque al fattore umano e alla sua organizzazione lavorativa in "assenza di un sistema di gestione della sicurezza con individuazione di ruoli e responsabilità nell'organizzazione". Il progressivo invecchiamento della fune traente è dovuto invece "a fenomeni di corrosione, fatica e dissesti o torsione non adeguatamente monitorati".


 


Funivia Stresa Mottarone, ecco che cosa è successo


 


Personale insufficiente e poco formato

- Nella relazione della commissione d'indagine, composta dal professore Roberto Maja e dall'ingegnere Sergio Simeone, si legge anche che il personale al lavoro nella funivia sul Mottarone a Stresa "è insufficiente per svolgere le visite e i controlli previsti". Inoltre gli agenti (macchinista e agente di stazione/di cabina) "hanno evidenziato una formazione professionale della mansione insufficiente e lacunosa, conseguenza di un processo formativo esclusivamente impostato sul sapere fare (pratica) acquisito con poche giornate di apprendistato".


 


Funivia Stresa Mottarone, "forchettoni" già in uso dal 2014: le immagini della tv tedesca

Fermo immagine del servizio trasmesso dalla trasmissione "Frontal 21" dell'emittente tv tedesca ZDF in cui le immagini girate dal videoamatore Michael Meier nel 2014, nel 2016 e nel 2018 mostrerebbero i cosiddetti "forchettoni", che bloccano i freni di emergenza della funivia Stresa Mottarone.

Leggi Tutto Leggi Meno


 


"Approccio al lavoro approssimativo"

- Il rapporto ministeriali sottolinea poi "un approccio al lavoro approssimativo, consuetudinario e deresponsabilizzato, con scarsa conoscenza della missione da svolgere". Una situazione dovuta alla mancanza di un'adeguata formazione del personale della funivia, già di per sé "scarso e non sufficiente", un'"organizzazione minimale ma estremamente gerarchizzata e la pressoché totale assenza di registrazioni".


 


"Controlli discontinui e limitati"

- Il registro delle verifiche e delle prove giornaliere, settimanali e mensili della funivia del Mottarone, relativo al periodo dal 7 ottobre 2020 al 23 maggio 2021, giorno della tragedia costata la vita a 14 persone, evidenzia un "servizio che è stato discontinuo e limitato in genere ai fine settimana e a particolari periodi festivi".


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali