FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Papa: "Nellʼera dei computer siamo più social ma meno sociali"

Ai fedeli presenti a San Pietro il Pontefice ha spiegato che oggi "cʼè la tentazione di costruire nidi, ma dal nido alla setta il passo è breve"

Papa: "Nell'era dei computer siamo più social ma meno sociali"

Durante la messa di Pentecoste in piazza San Pietro, Papa Francesco ha messo in guardia i fedeli dal pericolo delle divisioni. "Nell'era dei computer si sta a distanza - ha spiegato -. Siamo più social ma meno sociali". Il Pontefice ha poi sottolineato che "c'è la tentazione di costruire nidi, di raccogliersi attorno al proprio gruppo, allergici a ogni contaminazione. Dal nido alla setta il passo è breve, anche dentro la Chiesa".

"Per essere spirituali, per gustare l'armonia dello Spirito, occorre mettere il suo sguardo davanti al nostro - ha aggiunto Papa Francesco -. Allora le cose cambiano: con lo Spirito la Chiesa è il popolo santo di Dio, la missione il contagio della gioia, gli altri fratelli e sorelle amati dallo stesso Padre".

Il Pontefice ha quindi spiegato come "tante chiese fanno azioni programmatiche in questo senso, piani pastorali, discussioni su tutte le cose, ma questa non è la strada dello Spirito che unisce, bensì la strada della divisione. Senza lo Spirito la Chiesa è un'organizzazione, la missione propaganda, la comunione uno sforzo".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali