FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Omicidio Vannini, la mamma di Marco: “Spero in una sentenza che restituisca giustizia e dignità a mio figlio"

Marina Conte a “Mattino Cinque" nel giorno del verdetto della Cassazione: “I Ciontoli mentono”

Nel giorno del verdetto della Cassazione per l'omicidio di Marco Vannini, ucciso il 17 maggio 2015 da un colpo di pistola e dai soccorsi ritardati mentre era nella villetta della sua fidanzata Martina Ciontoli, la mamma della vittima Marina Conte parla ai microfoni di "Mattino Cinque". "Oggi l'ultima battaglia, la più importante: sono tesa. Ci aspettiamo una sentenza che dia dignità e giustizia a Marco", dichiara Marina. 

"Spero che oggi finisca questo calvario giudiziario ma non è detto - continua la mamma di Marco - per sei anni ho lottato per quello che oggi verrà discusso in tribunale, però tutto può succedere. I Ciontoli hanno presentato un ricorso e potrebbe essere accettato". Per Marina Conte i responsabili della morte di sua figlio sono i componenti della famiglia Ciontoli. "Loro hanno sempre mentito e continuano a mentire - accusa Marina - loro parlano, ma senza dire la verità. Chi non dice la verità non può provare pentimento", conclude la donna. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali