FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rider "clandestini" e caporalato nei centri di accoglienza del pavese

A "Quarta Repubblica" il reportage sui fattorini che lavorano nel milanese

Rider senza documenti o con false identità. Continuano i servizi di “Quarta Repubblica” sui fattorini milanesi, questa volta seguiti di nascosto fino a Mortara, (Pavia). “Quasi tutti prendono il treno e si dirigono lì”, spiega l’inviato che all’arrivo nella provincia pavese racconta che alcuni ragazzi vivono nei centri di accoglienza della zona. “Ma senza documenti puoi lavorare?”, chiede il giornalista a uno di questi. “Puoi sostituirti a chi è in regola prendere in prestito il suo account”, è la risposta.

Alcuni dei ragazzi incontrati dalla trasmissione sostengono di essere ancora in attesa della risposta della Commissione che deve valutare le richieste d’asilo. Altri hanno ottenuto il rifiuto, qualcuno ha un permesso temporaneo. Durante il servizio, le telecamere mostrano un camion che trasporta diversi fattorini dal treno alla sede di alcune cooperative: “La sensazione è che ci sia un meccanismo collaudato per aggirare i controlli”, conclude l’inviato aggiungendo che anche l'autista sembrerebbe essere pagato per il "servizio" di trasporto. Due euro al giorno per ogni migrante.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali