FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cremona, la maturità di Mattia dopo aver sconfitto il coronavirus: "Come Ungaretti non ho mai perso la speranza"

"Potrebbe sembrare strano, ma oggi riesco a vedere i risvolti positivi di quello che mi è successo", ha detto il 18enne, diventato simbolo della vittoria sulla malattia

Mattia Guarneri, il 18enne che ha sconfitto il Covid-19 dopo lunghe settimane in terapia intensiva, ha sostenuto l'esame di maturità all'Istituto Torriani di Cremona. Di fronte ai sette membri della commissione ha citato Giuseppe Ungaretti: "Mi identifico con lui perché ha saputo reagire alle disavventure e alle disgrazie della vita senza mai perdere la speranza".

Dopo aver parlato di elettrotecnica e della Prima Guerra Mondiale, Mattia, che sogna di "lavorare come impiantista", per la sezione dedicata a Cittadinanza e Costituzione, si è concentrato sull'emergenza coronavirus, affrontando anche la propria esperienza personale.

 

"Potrebbe sembrare strano, ma oggi riesco a vedere i risvolti positivi della malattia: quello che ho vissuto ha rafforzato i miei valori e mi ha aiutato a riscoprire il significato di cose che avevo sempre dato per scontate", ha affermato il 18enne, spiegando che "senza poter essere fisicamente vicino ai miei familiari, in ospedale mi sono affidato agli infermieri, che mi hanno restituito un affetto enorme".

 

Ad attendere il maturando fuori dalla scuola c'erano la mamma, i nonni, un gruppetto di amici e il dirigente dell'Ufficio scolastico territoriale, Fabio Molinari. Prima di essere intubato in terapia intensiva Mattia aveva scritto alla mamma un messaggio su WhatsApp: "Stai tranquilla, non ti lascio sola". Dall'ospedale era stato dimesso il 16 aprile, diventando un simbolo della vittoria sulla malattia.

 

Maturità 2020, l'esame ai tempi del coronavirus

L'esame di maturità 2020: una prova solo orale, con tanto di mascherina e distanziamento sociale a causa dell'emergenza coronavirus. Un piccola difficoltà in più per gli studenti italiani, cui è già arrivato l'augurio del premier Conte e del ministro Azzolina

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali