FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cremona, genitori contro gli aironi nel giardino della scuola: "Pericolosi per i bambini"

Il sindaco del piccolo Comune lombardo ha le mani legate: "Non vogliamo tagliare gli alberi, vogliamo lasciare gli animali dove sono, ma mancano i fondi per trovare una soluzione"

 aironi, garzette bianche

A Pozzaglio ed Uniti, comune della provincia di Cremona, c'è un problema con le garzette bianche, una delle otto specie degli aironi. Oltre cento esemplari hanno infatti costruito il loro nido su alcuni alberi nel giardino della scuola elementare e media di Brazzuoli. A lanciare l'allarme sono stati i genitori dei bambini che frequentano l'istituto, preoccupati per la situazione igenico-sanitaria. 

"Troppi aironi - hanno raccontato al Corriere della Sera -. Dai nidi sugli alberi cadono le uova e ora c'è anche il rischio che i nostri figli entrino in contatto con gli escrementi". Il problema sembra però di difficile soluzione, visto le garzette bianche sono una specie protetta dalla Comunità europea. 

 

Per questo, anche il sindaco Biondo Caruccio ha le mani legate. "Noi vogliamo lasciare le garzette dove sono, non vogliamo tagliare gli alberi - ha spiegato - ma, nello stesso tempo, vogliamo arredare un'area adiacente alla scuola, in  modo che i bambini possano comunque uscire all'esterno". 

 

Il secondo problema riguarda però i fondi, di cui il piccolo Comune non dispone, necessari all'intervento. Per questo il primo cittadino sta pensando di rivolgersi alla Fondazione Cariplo o alla Regione Lombardia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali