FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, spesa a "carte di identità alterne" in un Comune nel Milanese

Il sindaco di Cerro Maggiore ha emanato unʼordinanza per evitare le code al supermercato: nei giorni pari "tocca" alle persone con documento con numero pari, nei giorni dispari agli altri

Per evitare code troppo lunghe all'unico supermercato del paese, il sindaco di Cerro Maggiore (Milano) ha firmato un'ordinanza che permette di fare la spesa solo a "targhe alterne" o, meglio, a "carte di identità alterne". Nei giorni pari possono andare al supermercato le persone con documento con numero pari, mentre nei giorni dispari gli altri. Il controllo del tutto è stato affidato alla polizia locale.

La scelta, ha spiegato il sindaco Giuseppina Berra, è stata presa perché nella cittadina ci sono 15.200 abitanti e un unico supermercato dove le code erano troppo lunghe. L'ordinanza del 23 marzo, che resterà in vigore fino al 15 aprile, prevede una multa di 150 euro per chi non rispetterà le regole.

 

Dopo i primi due giorni l'ordinanza ha già dato i primi frutti: "Circa la metà della popolazione ha un ulteriore incentivo a stare a casa". Il provvedimento prevede inoltre che si possa andare a fare la spesa in due Comuni limitrofi: "A Cerro non abbiamo un fruttivendolo, né negozi specializzati nella vendita di prodotti per celiaci. Tanti cittadini mi hanno segnalato queste problematiche e io ho cercato di aiutarli. Si stanno impegnando, com'è giusto che sia. Se ognuno fa la propria parte, ne usciremo presto", ha sottolineato la prima cittadina.

 

Coronavirus in Lombardia, partiti i controlli delle temperature in stazioni e supermarket

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali