FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, l'inchiesta sull'ospedale di Alzano potrebbe allargarsi ad altri presidi | Fontana: "Protocolli rispettati"

Al centro dellʼindagine della procura di Bergamo le presunte irregolarità nella gestione dei primi pazienti colpiti dal coronavirus

Attilio Fontana, governatore lombardia

Potrebbe allargarsi ad altri presidi l'inchiesta sull'ospedale di Alzano Lombardo, aperta dalla procura di Bergamo per indagare sulle presunte irregolarità nella gestione dei primi pazienti colpiti dal coronavirus e l'anomala chiusura e riapertura nell'arco di poche poche ore del pronto soccorso, Fonti investigative fanno infatti sapere che ci si attende una serie di denunce di familiari di pazienti morti per Covid nella Bergamasca.

A prendere le difese del nosocomio è però intervenuto il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che ha spiegato: "I nostri sanitari hanno rispettato i protocolli. Anche in quel caso se ne sta occupando la magistratura ma noi non abbiamo nessuna preoccupazione. A me non risulta che pazienti Covid siano stati messi nei reparti con altri ammalati".

 

Fontana ha poi aggiunto che "prima che si scoprisse che fossero malati Covid, forse in quel periodo è vero che erano nei reparti con altri pazienti. E' possibile, ma questo non lo poteva sapere e prevede nessuno". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali