FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Liste dʼattesa nella sanità, Lucia Azzolina (M5S): "Più trasparenza e tempi ristretti"

L’inchiesta di “Mattino Cinque” sui tempi degli ospedali italiani

Due mesi per una visita dall’ortopedico, sei mesi per il dentista, trecento giorni per una risonanza magnetica. La sanità pubblica in Italia presenta ai pazienti dei tempi di attesa praticamente insostenibili e quando finalmente si libera un posto, la visita potrebbe non essere più necessaria. Gli ospedali pubblici mettono in crisi i pazienti, soprattutto quelli che non possono rivolgersi a delle strutture private, come spiega un’intervistata i microfoni di “Mattino Cinque”: “Con 270 euro di pensione d’invalidità come faccio a rivolgermi ai privati?”.

Sì perché la sanità privata in Italia rappresenta un’eccellenza ma non tutti possono permettersi di accedere alle cure a quei prezzi e come finisce: nel nostro Paese sei milioni di persone non si curano. Lucia Azzolina del Movimento 5 Stelle, in collegamento con il programma spiega cosa sta facendo il governo per porre rimedio a questa situazione: “Il ministro Grillo sta intervenendo stanziando 350 milioni di euro per abbattere le liste, l’obiettivo è duplice: più trasparenza e stop alle attese infinite”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali