FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ponte Morandi, famiglie vittime: Aspi ancora al timone, continua a lucrare

Genova, la commemorazione per le 43 vittime del ponte Morandi a due anni dal crollo

La commemorazione ufficiale delle 43 vittime in occasione del secondo anniversario della tragedia del ponte Morandi di Genova ha preso il via con la proiezione di un filmato titolato "Per non dimenticare" che mostra i volti, i nomi e l'età delle persone decedute il 14 agosto del 2018 a causa del crollo. L'inizio è avvenuto in estremo silenzio. Poi la benedizione della "Radura della Memoria", con i suoi 43 alberi uno diverso dall'altro, che ricordano le vittime, da parte dell'arcivescovo Marco Tasca, i discorsi del sindaco Bucci, del governatore Toti, del premier Conte e di Egle Possetti, presidente e portavoce del Comitato, dell'imam Husein Salah. Alle 11:36, ora esatta del crollo del viadotto, c'è stato un minuto di silenzio accompagnato dal suone delle campane delle chiese della città e dalle sirene delle navi in porto.

"Nulla può far dimenticare che la società Autostrade che gestiva il ponte Morandi al momento del crollo è ancora al timone della gestione del tratto e del nuovo ponte San Giorgio, anzi sembra in ottima forma e continua a lucrare". Lo dice Egle Possetti del Comitato famiglie vittime, ricordando che sono passati 29 mesi dal crollo. "Non lo dimentichiamo - sottolinea -. Se i politici dovessero passare sopra questa vicenda, sarà una sconfitta per tutti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali