FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bimba in coma a Londra, lʼospedale Gaslini è pronto ad accoglierla

Per la piccola, che ha subito la rottura di un aneurisma cerebrale, il Royal London Hospital ha proposto la sospensione delle cure. I genitori hanno chiesto una seconda opinione al nosocomio ligure

Bimba in coma a Londra, l'ospedale Gaslini è pronto ad accoglierla

L'ospedale Gaslini di Genova si è detto pronto ad accogliere Tafida Raqeeb, bimba di 5 anni attualmente in coma al Royal London Hospital di Londra: per la piccola, che ha subito la rottura di un aneurisma cerebrale, il nosocomio britannico ha infatti proposto la sospensione delle cure. I genitori hanno dunque chiesto una seconda opinione al Gaslini: pur confermando la diagnosi, l'ospedale genovese ha però accettato di accogliere in Italia la bambina.

Il Gaslini ha composto un collegio tecnico di specialisti che hanno inviato il 5 luglio un documento ai colleghi di Londra, con i quali successivamente si è anche svolta una videoconferenza collegiale. I documenti evidenziano l'estrema gravità delle condizioni cliniche, in linea con quanto indicato dai medici inglesi e il fatto che in Italia non si opera una sospensione delle cure, se non in caso di "morte cerebrale", quadro clinico che, secondo gli specialisti del Gaslini, è diverso da quello della piccola.

Il ricorso dei genitori, Shelina Begum, avvocato di 39 anni, e Mohammed Raqeeb, perito edile di 45, contro la decisione dei medici inglesi di staccare la spina alla figlia è stato depositato all'Alta Corte di Londra. Il caso ricorda quelli recenti di altri tre bambini britannici - Charlie Guard, Alfie Evans e Isaiah Haastrup - tutti segnati da polemiche e tutti conclusi con il via libera ai medici e la morte dei piccoli.

La madre afferma che Tafida "è stabile, ha un normale ciclo sonno-veglia, reagisce agli stimoli, apre gli occhi e mi cerca con lo sguardo". Mentre per l'ospedale londinese vale il parere degli specialisti, inclusi esperti esterni alla struttura, secondo cui "proseguire con cure invasive è ormai vano".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali