FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Roma, chiusa al traffico la strada dove morì Erica Aubry: troppe buche

La presidente del Municipio X, Giuliana Di Pillo, lo ha annunciato durante il Consiglio locale. Nel frattempo saranno abbattuti i pini che, con le loro radici, hanno provocato i dislivelli nellʼasfalto

E’ servita la morte di una ragazza per prendere provvedimenti contro le buche della via Ostiense. Un tratto della strada che porta da Roma alla cittadina sul litorale è stato chiuso a mezzi a due ruote perché "troppo pericoloso", ha detto il presidente del Municipio X Giuliana Di Pillo. Le intenzioni del comune sono di abbattere i pini che provocano il sollevamento del manto statale. Proprio lungo quel tragitto, il 6 maggio scorso, aveva perso la vita Elena Aubry, motociclista 26enne, in uno schianto mortale contro un guardrail.

Troppo pericolosoInizialmente sembra che il comune stesse cercando di sollevarsi dalle proprie responsabilità. In un rapporto stilato dalla polizia municipale, si leggeva che sulla carreggiata non apparivano "dislivelli significativi" e che, seppur l’asfalto non fosse in buone condizioni non si notassero "avvallamenti da determinare il successivo schianto". Ma la presidente del decimo Municipio di Roma è intervenuta: "Percorro anch’io quel tratto di strada ogni giorno in moto e so cosa vuol dire. E’ troppo pericoloso", ha detto il 21 giugno durante il Consiglio locale. Ha annunciato così la chiusura a moto e scooter della parte incriminata di via Ostiense, cioè il pezzo di strada fra la stazione di Ostia Antica e quella di Lido Centro.

Abbattere gli alberiIl problema sono le radici dei pini che costeggiano le corsie e hanno provocato il sollevamento del manto stradale. Giuliana Di Pillo ha dichiarato che chiederà al comune di Roma di abbatterli e già nei prossimi giorni dovrebbero iniziare i lavori. Un provvedimento importante per la madre della 26enne, Graziella Viviano, che è sempre stata sicura della prudenza della figlia: "Mia figlia guidava sempre e andava piano, me l’ha confermato anche la polizia".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali