FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"I vaccini fanno diventare gay": bufera sulle parole del consigliere romano

Lʼintervento di Massimiliano Quaresima, ex 5Stelle ora nel gruppo misto del Municipio XII, è andato in scena durante una mozione a sostegno della legge contro lʼomofobia

quaresima,

"L'aumento dell'omosessualità nei giovani potrebbe essere causata dai vaccini". Una dichiarazione scioccante quella del consigliere Massimiliano Quaresima, ex pentastellato che ora milita nel gruppo misto, pronunciata durante la seduta di consiglio del Municipio XII a Roma. Secondo Quaresima, già noto per le sue teorie prive di fondamento su temi come mascherine e 5G, a supporto della sua ipotesi ci sarebbero "le affermazioni di alcuni (non meglio specificati) biologi con i quali ho parlato". 

L'intervento di Quaresima, avvenuto per altro durante una mozione a favore della legge contro l'omofobia, è proseguito parlando di "cellule di feti abortiti diploidi femminili inserite nei vaccini", colpevoli di "modificare le informazioni che entrano nei bambini e trasformandoli". Il consigliere avanza anche dei dubbi sulla decisione dell'Oms (datata 17 maggio 1990) di derubricare l'omosessualità dalla lista delle malattie mentali, "dove andrebbe rivisto il motivo di tale scelta e approfondita la questione". 

 

Non solo la scienza ma anche dei trascorsi burrascosi potrebbero celarsi alla base dell'omosessualità secondo Quaresima: "Ho parlato con dei ragazzi, molti erano del sud, non chiedetemi perché. Avevano subito violenze e da quel giorno hanno cambiato orientamento". Sul finale il consigliere arriva a citare il presidente Trump e le vicende di Bibbiano e conclude con l'invito a guardarsi dal crescente potere sociale della lobby Lgbtp, dove attribuisce la "p" al neologismo pedosessuali

 

Nella registrazione della seduta si possono ascoltare delle lievi risate in corrispondenza delle dichiarazioni più azzardate. Un consigliere si augura, parlando con Silvia Crescimanno (M5S), Presidente di Municipio, che "non ci sia lo streaming". Proprio Crescimanno ha subito preso "totalmente le distanze da quanto dichiarato da Quaresima". I consiglieri Tomassetti (Pd) e Salmoni (lista civica Giacchetti) hanno chiesto in una nota che vengano presi dei provvedimenti per "frasi irripetibili mai sentite a nostra memoria in un Municipio". 

 

Un intervento che ha causato l'immediata reazione dell'associazione Gay Center. "Queste non sono opinioni ma vere e proprie discriminazioni",  ha commentato il portavoce Fabrizio Marrazzo, "siamo davanti a un discorso di pura follia, che dimostra quanto sia necessario insistere e integrare la legge contro l'omofobia".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali