FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caso Cucchi, il generale Nistri: Arma parte civile contro i carabinieri coinvolti

In una lettera alla famiglia di Stefano e alla sorella Ilaria lʼimpegno a definire con certezza le responsabilità dei militari accusati della morte del giovane e di depistaggio

Caso Cucchi, il generale Nistri: Arma parte civile contro i carabinieri coinvolti

Nuovo colpo di scena nel caso Cucchi. Il generale dei carabinieri Giovanni Nistri ha deciso che l'Arma si costituirà parte civile contro i militari coinvolti nell'uccisione di Stefano Cucchi. Nistri si è impegnato con la sorella del giovane, Ilaria, e la famiglia non solo a procedere disciplinarmente nei confronti dei responsabili del pestaggio e delle calunnie, ma anche a costituire l'Arma come parte lesa nel processo.

In una lettera, riporta Repubblica, il generale dell'Arma scrive alla sorella di Stefano: "Abbiamo la vostra stessa impazienza che su ogni aspetto della morte di Suo fratello si faccia piena luce e che ci siano infine le condizioni per adottare i conseguenti provvedimenti verso chi ha mancato ai propri doveri e al giuramento di fedeltà". Parole forti, che Ilaria Cucchi ha commentato: "Mi si scalda il cuore, finalmente non mi sento sola".

"Il vostro lutto ci addolora da persone, da cittadini, nel mio caso mi consenta di aggiungere, da padre", prosegue Nistri nella lettera. E ancora: "Crediamo nella giustizia e riteniamo doveroso che ogni singola responsabilità nella tragica fine di un giovane sia chiarita, e lo sia nella sede opportuna, un'aula giudiziaria". "Io per primo, e con me i tanti colleghi, oltre centomila, che ogni giorno rischiano la vita - conclude Nistri - soffriamo nel pensare che la nostra uniforme sia indossata da chi commette atti con essa inconciliabili e nell'essere accostati a comportamenti che non ci appartengono. Con sinceri sentimenti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali