FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Roma dice basta", sit-in in Campidoglio contro il degrado

I cittadini sono scesi in piazza per protestare contro la "grande monnezza", le buche e "lʼabbandono della città". Chieste le dimissioni del sindaco Virginia Raggi: "Riprendiamoci la Capitale"

"Roma dice basta": è questo lo slogan di centinaia di cittadini capitolini riunitisi in piazza del Campidoglio per difendere la "dignità di Roma" e per protestare contro la "grande monnezza", le buche e "l'abbandono della città". Una manifestazione pacifica con tanti cartelli ironici: da "Raggi, una buca vi inghiottirà" a "Roma (pulita) o morte". I romani hanno chiesto a gran voce le dimissioni del sindaco Virginia Raggi: "Riprendiamoci la Capitale".

Tra le richieste anche "mezzi di trasporto più adeguati". Protestano anche i commercianti: "Il negoziante deve vivere ogni giorno, non si deve ignorare, vessare, emarginare".

Sono migliaia le persone riversatesi per le strade con cartelli e fischietti, con uno striscione che circonda il Nettuno e piazza del Campidoglio che scandisce "dimissioni, dimissioni". È una Roma borghese, con poca esperienza di piazza ma molta rabbia, quella che cinge Palazzo Senatorio. I simboli sono molti e diversissimi: dalle reti dei lavori infiniti in testa a mo' di corona alle ramazze di saggina, dalle biciclette ai tamburi.

Tanti capelli bianchi e qualche passeggino. Chiedono le dimissioni della giunta Raggi per un cambiamento di rotta della città: "Abbiamo tollerato troppo, la Capitale è nostra, riprendiamocela".

"Roma dice basta", la protesta in Campidoglio contro il degrado

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali