FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il sindaco di Breme: il mio paese in dissesto per aiutare tre minori in difficoltà

Un sindaco del Pavese scrive al "Corriere": lʼaffido, per legge, è carico del Comune e per coprire quelle spese devo aumentare le tasse

ticino, pavia

In una lettera al "Corriere della sera" Francesco Berzero, sindaco di Breme, piccolo paese di 730 abitanti in provincia di Pavia, denuncia un paradosso delle istituzioni . Le casse comunali rischiano il dissesto finanziario perché il Tribunale dei minori ha affidato a una comunità di recupero locale tre minori maltrattati in famiglia. I costi dell'affido, per legge, sono interamente a carico del Municipio. L'importo, di circa 120mila euro annui, manderebbe in crisi Breme  

"Per far fronte a questa pesante spesa aggiuntiva - spiega Berzero - il Comune sarà costretto, se possibile, ad aumentare le tasse comunali oltre che a tagliare i servizi
essenziali e quindi come al solito penalizzando ingiustamente i cittadini. A nome dei 188 Comuni della Provincia di Pavia chiedo che lo Stato si faccia carico dei costi dei suoi figli più sfortunati, stanziando urgentemente un fondo compensativo a favore delle Municipalità che non possono essere mandate allo sfascio per legge".

 

In effetti il problema investe la maggior parte degli ottomila comuni italiani, soprattutto quelli piccoli, che rischiano crisi finanziarie per assistere i minori loro affidati. La speranza del sindaco di Breme è in sintesi quella che il Governo "con un emendamento alla prossima finanziaria, possa trovare una risoluzione che eviti a noi comuni lo sfascio economico per legge"

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali