FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Grosseto, 25enne picchiato in spiaggia perché di colore

Lʼuomo aveva appena sistemato il suo telo sotto un gazebo quando due persone lʼhanno insultato e aggredito

Prima l'hanno apostrofato con insulti razzisti invitandolo ad andarsene, poi l'hanno picchiato. L'aggressione è avvenuta sulla spiaggia di Castiglione della Pescaia (Grosseto) ai danni di Mamady Dabakh Mankara, senegalese di 25 anni, da 4 residente in Italia. L'uomo aveva appena sistemato il suo telo sotto un gazebo quando due persone l'hanno insultato e pestato davanti agli altri bagnanti. Il giovane ha ferite giudicate guaribili in sette giorni.

Da oltre un anno il 25enne lavora in una cooperativa di Grosseto che si occupa di ragazzi disabili. Come riporta La Repubblica, la lite è nata perché aveva cercato un po' di ombra vicino a un gazebo sulla spiaggia libera di Castiglione, quella che negli altri giorni della settimana è riservata a una colonia. A colpirlo al volto è stato un uomo che, con il figlio di 7-8 anni e il resto della famiglia, si trovava sotto lo stesso gazebo.

 

Gli insulti razzisti - "Appena ho tentato di sistemarmi sono stato subito aggredito verbalmente da un uomo sui 40 anni. 'Qui non ci puoi stare, vai via. Negri di m... qui non ci dovete stare...' mi ha detto prima di tirarmi un pugno in faccia", racconta Mamady. "Io ho cercato di reagire, sono intervenute altre persone e ci hanno separato. Mentre mi stavo allontanando è arrivato un suo amico e anche lui mi ha colpito. Mi dicevano: 'Voi negri che venite qui a violentare le bambine".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali