FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Fuori da qui lesbica!", scritta omofoba all'ospedale Manzoni di Lecco

Sabrina Di Biase, infermiera 34enne e mamma di 4 figli, lʼanno scorso ha sposato una donna, la sua fidanzata. Ha trovato il cartello intimidatorio incollato sul suo armadietto e ha denunciato lʼaccaduto

Sabrina, madre di quattro figli avuti con un precedente compagno, ha capito un anno fa di amare una donna, decidendo di non nascondere il suo orientamento sessuale e di sposare, al più presto, la sua fidanzata. Nell'ospedale dove lavora, il Manzoni di Lecco, tutti lo sanno ma non tutti approvano. Battutine, sguardi indiscreti, fino all'ultima... una vera e propria intimidazione: "Fuori da qua lesbica!". Una scritta a caratteri cubitali con il pennarello blu incollata sul suo armadietto. "Un'azione ignobile -  denuncia Fabrizio Marrazzo portavoce Gay Center - Chiediamo al Ministro Speranza un'ispezione".

Sabrina, infermiera 34enne, ha trovato il coraggio di denunciare l'attacco omofobo, rivolgendosi al sindacato prima e sporgendo denuncia contro ignoti subito dopo. "Il posto di lavoro dovrebbe essere il più tutelante possibile e invece questo brutto gesto dimostra che purtroppo esistono ancora casi in cui la realtà è ben diversa - commenta Massimo Coppia, segretario sanità pubblica del sindacato Uil Fpl del Lario, a cui la donna si è rivolta - L'abbiamo subito invitata a sporgere denuncia alle forze dell'ordine contro ignoti, cosa che lei ha fatto, e le stiamo fornendo tutto il supporto normo-giuridico per far fronte alla situazione".  La notizia, diffusa dal Giornale di Lecco, è stata condivisa sui social, raccogliendo l'indignazione di molti: "Quanto accaduto è molto grave - aggiunge il portavoce  del Gay Center -  purtroppo non è un episodio isolato, Pertanto chiediamo al Governo di uscire dal silenzio e di varare una legge contro l'omotransfobia che prevenga e contrasti tali azioni discriminatorie."

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali