FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Covid, Aifa: "Non modificare tempi sulle dosi vaccini" | Bozza del decreto: spostamenti tra Regioni vietati fino al 5 marzo 

Il ministro della Salute parla di 12 "Regioni ad alto rischio" mentre i gestori degli impianti da sci lanciano lʼallarme: "In pericolo lʼintera stagione"

Dentro i laboratori di Reithera: a giugno le prime dosi del vaccino italiano

Il traguardo è giugno quando finalmente potranno essere utilizzati, dopo tutte le fasi di sperimentazione e di certificazioni, anche le dosi di Reithera, il vaccino italiano contro il Covid-19. Potrebbe essere la soluzione definitiva al virus perché a differenza degli altri vaccini è monodose e può essere conservato in un normale frigo a 4 gradi. A regime la Reithera dice di essere in grado di produrre 100 milioni di dosi l'anno.

Nella sua informativa alla Camera il ministro Speranza ha illustrato le misure per fronteggiare l'emergenza Covid. Le terapie intensive oltre la soglia di rischio del 30%. Una bozza del nuovo decreto prevede il divieto di spostamenti tra le Regioni e le province autonome dal 16 gennaio al 5 marzo, salvo per motivi di lavoro, necessità o salute. Intanto l'Aifa avverte: "Attenersi alle indicazioni di somministrazione di due dosi per i vaccini finora approvati".

  • 13 gen

    VIDEO - Palestre in ginocchio

  • 13 gen

    VIDEO - La situazione in Gran Bretagna

  • 13 gen

    Bozza dl: spostamenti tra Regioni vietati fino al 5 marzo

    Sono vietati gli spostamenti tra le Regioni e le province autonome "dal 16 gennaio al 5 marzo ", salvo quelli "motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute". E' quanto prevede una bozza del nuovo decreto legge sull'emergenza Covid che dovrebbe essere approvato in serata dal Consiglio dei ministri. E' comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

  • 13 gen

    "Tar Lombardia accoglie ricorso contro ordinanza scuole"

    Il Tar della Lombardia "accoglie la nostra richiesta, respinge l'ordinanza, le scuole possono riaprire": ad annunciarlo è un portavoce del comitato 'A scuola!' annunciando che il tribunale lombardo ha accolto il loro ricorso contro l'ordinanza regionale dell'8 gennaio che aveva disposto la Dad al 100% per tutte le scuole secondarie fino al 25 gennaio. "Le scuole possono riaprire - spiega il portavoce - anche se ovviamente non già domani perché è troppo tardi per organizzarsi".

  • 13 gen

    Oms: "La variante inglese presente in 50 Paesi"

    La variante inglese del Covid, segnalata dalle autorità britanniche all'Organizzazione mondiale della sanità il 14 dicembre, è stata rintracciato finora in 50 Paesi. Lo precisa la stessa Oms aggiungendo che la variante sudafricana, segnalata il 18 dicembre, è stata confermata in venti Paesi. L'agenzia Onu ha riferito anche di una nuova variante individuata dalle autorità giapponesi in persone rientrate dal brasile, su cui sono in corso approfondimenti. Le varianti inglese e sudafricana sono risultate più tramissibili ma non più pericolose. Tuttavia, ha sottolineato l'Oms, "più il virus si diffonde, più opportunità ci sono che cambi", per cui "dovremmo aspettarci che emergano più varianti". 

  • 13 gen

    Variante italiana del virus è sorella di quella inglese

    La variante italiana del virus SarsCoV2 isolata a Brescia ad agosto è "sorella" della variante inglese: entrambe discendono da un antenato comune, ma le loro strade evolutive si sarebbero separate già a marzo. E' quanto emerge dallo studio genetico pubblicato sulla rivista The Lancet Infectious Diseases dal gruppo di Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologia e docente di microbiologia clinica all'Università di Brescia, in collaborazione con Massimo Ciccozzi, ordinario di statistica medica ed epidemiologia molecolare all'Università Campus Bio-Medico di Roma.

  • 13 gen

    Da domenica nuove fasce per le Regioni

    Entreranno in vigore da domenica 17 gennaio le ordinanze di Speranza che assegneranno le fasce alle varie Regioni, con relative restrizioni. Sabato 16 il nuovo Dpcm manterrà le principali misure dell'attuale provvedimento, prevedendo però criteri che abbasseranno le soglie per l'inserimento delle Regioni in zona arancione o rossa. L'ipotesi prevalente è che per sabato 16 resterà valida l'attuale colorazione suddivisa nelle diverse fasce. 

  • 13 gen

    Gb supera i 2,6 milioni di vaccini somministrati

    Sfiora quota 2 milioni e 640mila il totale delle persone a cui è stata somministrata una prima dose di vaccino anti-Covid nel Regno Unito, dove circa 280mila individui hanno invece ricevuto anche la seconda dose prima che il governo modificasse le sue linee guida allungando l'intervallo fra prima vaccinazione e richiamo fino a 11-12 settimane. Lo riportano i dati diffusi oggi dalle autorità sanitarie e aggiornati a ieri.

  • 13 gen

    In Italia 15.774 nuovi casi con 175.429 tamponi e 507 morti

    Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 15.774 nuovi casi di coronavirus a fronte di 175.429 tamponi effettuati. Il tasso di positività è del 9%, in calo rispetto al 10,05% di martedì. I morti sono stati invece 507, che portano così il totale delle vittime dall'inizio della pandemia a superare la soglia degli 80mila. LEGGI I DATI COMPLETI QUI

  • 13 gen

    Gb, nuovo picco di morti: oltre 1.500 morti in 24 ore

    Contagi stabilizzati, ma nuovo picco giornaliero di morti da Covid nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, alle prese con la cosiddetta variante inglese dell'infezione. Secondo i dati diffusi oggi, i nuovi decessi censiti sono stati 1.564, contro i 1.243 di ieri; mentre i casi sono sono stati 47.525. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali