FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Covid, Gimbe: "Netto calo dei contagi, quasi -30% in 7 giorni"

Diminuiscono anche i ricoveri: -13,9% intensive e -16,2% ordinari. In un mese raddoppiano le persone scoperte con la terza dose che raggiungono gli oltre 4 milioni

Nell'ultima settimana netto calo di contagi Covid (-29,6%), terapie intensive (-13,9%), ricoveri ordinari (-16,2%) e decessi (-17%).

Questi i dati dell'ultimo monitoraggio indipendente della

Fondazione Gimbe

per il periodo

18-24 maggio

. In particolare i nuovi casi settimanali si attestano su 171.737 contro 243.932; flessione dei decessi (633 contro 763). In deciso calo anche i casi attualmente positivi (811.720 contro 967.401), le persone in isolamento domiciliare (805.173 contro 959.599), i ricoveri con sintomi (6.257 contro 7.465) e le terapie intensive (290 contro 337).

 


Calo in tutte le Regioni -

La riduzione percentuale dei nuovi casi Covid tocca tutte le Regioni dal -2,5% della Sicilia al -38,4% del Veneto. Rispetto alla settimana precedente, si registra un incremento percentuale dei nuovi casi solo in 4 Province siciliane (Palermo +0,1%, Catania +1,6%, Siracusa +14,7%, Enna +43,2%), in 103 una riduzione (dal -4,2% di Crotone al -50,2% di Verbano-Cusio-Ossola).


 


Cinque Province con incidenza superiore a 500 -

Sono solo 5 le Province in cui l'incidenza supera i 500 casi per 100.000 abitanti: Crotone (578), Cagliari (542), Sud Sardegna (540), Siracusa (520) e Oristano (505). Per quanto riguarda i test, si registra un ulteriore calo del numero dei tamponi totali (-13%): da 1.727.246 della settimana 11-17 maggio a 1.502.199 della settimana 18-24 maggio. In particolare i tamponi rapidi sono diminuiti del 13,7% (-180.117), mentre quelli molecolari del 10,8% (-44.930).


 


Diminuisce anche il tasso di positività -

La media giornaliera a 7 giorni del tasso di positività si riduce sia per i tamponi molecolari (dall'8% al 6,2%) e che per gli antigenici rapidi (dal 16,1% al 13,1%). Per il capitolo ospedalizzazioni, spiega Marco Mosti, direttore operativo della Fondazione Gimbe i posti letto occupati al 24 maggio sono 290 in area critica e 6.257 in area medica. Al 24 maggio il tasso nazionale di occupazione da parte di pazienti Covid è del 9,7% in area medica (dal 5,8% del Veneto al 20,5% dell'Umbria) e del 3,1% in area critica (dallo 0% della Provincia Autonoma di Bolzano al 7,7% del Molise).


 


In calo i ricoveri, -13,9% intensive e -16,2% ordinari -

Cala anche la pressione sugli ospedali italiani: negli ultimi 7 giorni i ricoveri nelle terapie intensive hanno fatto registrare -13,9% mente nei reparti ordinare una riduzione del 16,2%. Prosegue anche il calo dei decessi che hanno fatto registrare -17% negli ultimi 7 giorni.


 


In un mese raddoppiano scoperti terza dose -

In un mese raddoppiano le persone scoperte con la terza dose che raggiungono gli oltre 4 milioni. Per la quarta dose frenano le somministrazioni con una copertura al 30,5% per gli immunocompromessi e il 14% per gli altri fragili. In particolare, 4,06 milioni di persone possono ricevere subito la terza dose pari all'8,5% della platea con nette differenze regionali: dal 4,8% dell'Abruzzo al 12,6% della Sicilia; 4,1 milioni non possono riceverla nell'immediato in quanto guarite da meno di 120 giorni, pari all'8,6% della platea.


Covid, Corea del Nord in lockdown per il primo caso da inizio pandemia


 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali