FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, Speranza firma il decreto sul monitoraggio: tre indicatori di allerta per la Fase 2

Nel testo siglato dal ministro della Salute si sottolinea lʼimportanza del grado di reattività e la "tenuta del sistema sanitario". La classificazione aggiornata del rischio per ciascuna Regione deve avvenire almeno settimanalmente

Sono tre gli indicatori con valori di soglia e di allerta che dovranno essere monitorati nella Fase 2 della gestione dell'emergenza coronavirus. Lo stabilisce il decreto sui criteri delle attività di monitoraggio sanitario firmato dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Si tratta della capacità di monitoraggio, della capacità di accertamento diagnostico e gestione dei contatti e della stabilità di trasmissione.

Fondamentali per il monitoraggio dell'epidemia sono anche il grado di reattività e "tenuta del sistema sanitario per assicurare l'identificazione e gestione dei contatti, il monitoraggio dei quarantenati, un'adeguata e tempestiva esecuzione dei tamponi per l'accertamento diagnostico dei casi".

 

Calcolo del rischio settimanale Una classificazione aggiornata del rischio per ciascuna Regione deve avvenire almeno settimanalmente. Il ministero della Salute, tramite apposita cabina di regia, che coinvolgerà le Regioni e l'Istituto superiore di sanità, raccoglie le informazioni necessarie per la classificazione del rischio e realizza una classificazione settimanale del livello di rischio di una trasmissione non controllata e non gestibile del virus nelle Regioni.

 

Allo stato attuale dell'epidemia, si legge nel decreto, "il consolidamento di una nuova fase, caratterizzata da iniziative di allentamento del lockdown e dalla loro progressiva estensione, può aver luogo solo ove sia assicurato uno stretto monitoraggio dell'andamento della trasmissione del virus sul territorio nazionale".

 

Tra i presupposti indicati figura anche "il raccordo tra assistenza primaria e quella in regime di ricovero, nonché la costante e tempestiva alimentazione dei flussi informativi necessari, da realizzarsi attraverso l'inserimento dei dati nei sistemi informativi".

 

La ricerca e la gestione dei contatti, per essere condotta in modo efficace, "deve prevedere un adeguato numero di risorse umane, quali operatori sanitari e di sanità pubblica, da coinvolgere secondo le esigenze locali. Sulla base delle stime dell'Ecdc, per garantire in modo ottimale questa attività essenziale dovrebbero essere messe a disposizione nelle diverse articolazioni locali non meno di una persona ogni 10mila abitanti".

 

Coronavirus, la sanificazione di un reparto di assemblaggio e la nuova mensa nella fase 2

Alcune aziende si sono già organizzate per affrontare la fase 2. Alla New Holland di CNH Industrial, a Modena, si effettuano operazioni di sanificazione del reparto di assemblaggio alla fine del turno di lavoro. Misure di distanziamento sociale anche per la mensa interna allo stabilimento. 

La ceramica Florim ha parzialmente riaperto i propri impianti fornendo ai propri dipendenti le mascherine e altri strumenti di protezione dal virus.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali