FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, In Italia 99 morti: il minimo dal lockdown | Dato più basso da febbraio anche in Lombardia

Attilio Fontana: "Libertà riconquistata, ma non abbassare la guardia"

Fase 2, tram e bus si rianimano con l'arte: "Bentornati in città"

Nel primo giorno della Fase 2, tram e pensiline dei mezzi pubblici di Milano, Roma, Firenze e Torino sono state animate dalle installazioni di Lorenzo Marini : “L’arte ti dà il bentornato in città”. L'artista ha voluto celebrare la bellezza, la gioia e la felicità del ritrovarsi nuovamente insieme. In questa installazione Marini ha sviluppato la Type Art, la corrente artistica contemporanea di cui è caposcuola e che celebra la bellezza estetica e individuale delle singole lettere dell’alfabeto. Lettere che in questa occasione simboleggiano il nome delle persone che si ritrovano in città portando vita, colore, movimento, piacere e felicità. Sono 6 gli alfabeti elaborati appositamente, e oltre 150 i simboli grafici con infinite possibilità di combinazione.

L'Italia saluta il giorno delle riaperture diffuse con il dato più basso di morti dall'inizio del lockdown. Per la prima volta dall'11 marzo, sono 99 i deceduti positivi al coronavirus (32.007 totali). E poi 451 in più in 24 ore i nostri connazionali che hanno contratto il virus, 225.886 dall'inizio dell'epidemia, mentre aumentano ancora i guariti (+2.150) con l'ammontare complessivo che balza a 127.326.

Gli attualmente positivi sono 66.553 lungo lo Stivale, 1.798 in meno rispetto a ieri. Mentre l'emergenza per le terapie intensive sembra ormai alle spalle, anche se l'invito che arriva da più parti è di non abbassare la guardia. Sono 13 in meno in 24 ore i pazienti più gravi, con 749 posti occupati a livello nazionale, secondo i dati del bollettino della Protezione civile. Ma ci sono anche altri dati. Sono 10.207 le persone ricoverate in ospedale con sintomi di Sars-CoV2, 104 in meno in 24 ore. Poi ci sono 55.597 nostri connazionali, pari all'84% dei contagiati attuali, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.


Lombardia, dato più basso da febbraio La pandemia comunque non è ancora pienamente superata. La Lombardia è ancora la regione che soffre di più con 175 nuovi casi e 24 morti in un giorno (il dato però è il più basso da febbraio). Se a Milano provincia sono 71 i positivi segnalati in giornata, con un aumento di 24 unità registrato nel solo capoluogo lombardo, da segnalare anche nessun nuovo malato a Mantova e a Cremona. Fra le altre regioni, incrementi comunque contenuti sulle positività: 72 in Piemonte e 39 nel Lazio, seguiti dai 35 dell'Emilia-Romagna e i 32 della Liguria. Il saldo è zero, invece, in Umbria, Sardegna, Basilicata e Calabria.


Fontana: "Riconquistata la libertà, ma non bisogna abbassare la guardia" Intanto, il governatore lombardo, Attilio Fontana, parla del 18 maggio come di "una data che ci riavvicina alla riconquista totale della nostra libertà. Ma bisogna essere particolarmente attenti e rispettare le regole". Guardingo sulla ripartenza anche Massimo Galli, direttore del dipartimento di Malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano. "Se l'apertura avviene - sottolinea - è perché non ci sono alternative, ma dobbiamo viverla con il massimo senso di responsabilità nei nostri comportamenti". E non solo: "Il rischio di una seconda ondata dell'epidemia non è una cosa che dico io, ma è un'ipotesi che spaventa l'Organizzazione mondiale della sanità".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali