FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Salerno, grida "Allah Akbar" in ospedale e ferisce due vigilanti

Attimi di paura nel pronto soccorso del Ruggi, dove un extracomunitario ha dato in escandescenze

Attimi di paura nel pronto soccorso dell'ospedale Ruggi di Salerno, dove un extracomunitario ha dato in escandescenze e ferito due vigilanti intervenuti per calmarlo. L'uomo, in codice verde, ha urlato più volte "Allah Akbar" e, alla vista degli uomini in divisa, ha strappato dal muro uno specchio aggredendo chi gli si presentava dinanzi. Poi i due vigilanti, feriti al volto e alle mani, sono riusciti ad immobilizzarlo.

All'arrivo della polizia per l'uomo è stato disposto un ricovero coatto in Psichiatria mentre i due uomini feriti sono stati affidati alle cure dei sanitari.


Il presidente dell'Ordine dei medici: "Tutelare il personale" - "Questo ennesimo atto di violenza nei luoghi nei quali si svolge l'attività di assistenza conferma l'estrema urgenza di mettere in atto ogni misura possibile per dare sicurezza al personale e ricreare quella necessaria tranquillità in ambienti cosi' particolari, quali quelli dediti alla risoluzione di problematiche mediche in emergenza-urgenza". Così il presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, Giovanni D'Angelo in merito all'episodio di violenza avvenuto all'ospedale di Salerno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali