A FARNE NE SPESE I PIU' BISOGNOSI

Volontariato, l'allarme di Misericordie d'Italia: "Il caro-carburante rischia di fermare le ambulanze"

L'appello del presidente Domenico Giani alle istituzioni: "I volontari costretti a pagare la benzina. Non dimentichiamo i più fragili"

23 Lug 2022 - 15:35
 © Ansa

© Ansa

Le Misericordie d'Italia, la confederazione che riunisce centinaia di confraternite impegnate nel settore del volontariato, lanciano un grido di allarme: senza il sostegno delle istituzioni il caro-carburante e la crisi economica in atto rischia di costringere i volontari a sospendere la propria attività in diverse aree del Paese. L'appello arriva dal presidente Domenico Giani: "Il rischio è che da qualche parte ci si fermi perché lasciati soli".

Papa: "Servire Gesù nei poveri, no a disprezzo e indifferenza"

1 di 23
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa

L'appello della confederazione - "Chiedo attenzione per il mondo del volontariato e del servizio sociosanitario", ha dichiarato all'Ansa l'ex capo della Gendarmeria del Papa, sottolineando come non si tratti di "una guerra fra poveri", ma di un'oggettiva difficoltà vissuta dalle migliaia di volontari attivi in tutta Italia: "Oggi ci sono sedi di Misericordie dove i volontari, oltre che donare il proprio tempo e la propria vita, devono pagare la benzina per far viaggiare le ambulanze".

Cosa chiedono - "Si potrebbe pensare a ridurre i prezzi del carburante per gli automezzi dedicati al servizio di emergenze, dei fragili e degli ultimi". Mettere a rischio il volontariato in un momento storico così complesso significherebbe, spiega il presidente, abbandonare i più bisognosi: "Questa crisi - dice Giani - è grave e non aiuta il servizio dei volontari in questo momento di pandemia, siccità - e quindi i servizi di prevenzione e spegnimento di incendi boschivi nell'ambito della protezione civile -, crisi economica, guerra. La situazione tocca gli interessi dei più fragili, dei quali noi tutti i giorni ci facciamo carico, anche scegliendo gli insegnamenti della Chiesa e di Papa Francesco".

Chi sono le Misericordie - Nate in Toscana otto secoli fa, le Misericordie d'Italia sono una delle realtà di volontariato più antica e numerosa d'Italia. Con i loro 700mila soci e 100mila volontari su molti fronti, dall'assistenza agli anziani al trasporto di aiuti nelle zone più calde, come ora è l'Ucraina, dal sostegno ai migranti all'aiuto alle donne, le Misericordie sono soprattutto conosciute per il servizio delle loro oltre 2500 ambulanze che 24 ore su 24 si fanno carico delle emergenze del Paese, dal Covid ai terremoti".

Ti potrebbe interessare

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri